Home / Recensioni / Libri / Da zero a novantanove / Gli uccelli – Germano Zullo
Gli uccelli Germano Zullo copertina

Gli uccelli – Germano Zullo

Gli uccelli di Germano Zullo (albo illustrato da Albertine per TopiPittori) è un accidente di affetti capitato sotto il mio indice, che scivolava distratto tra una fila di libri e l’altra.

Gli uccelli di Germano Zullo

Accidentalmente può capitare.
Accidentalmente può capitare di incontrare un amico.
Accidentalmente può capitare di incontrare un amico di cui t’innamori.
Ogni volta.
Ogni volta che lo sfogli.

La copertina è un sistema minimo di colori; azzurro terso, giallo calendula, rosso rubino, che invadono gli appena accennati tracciati di matita e che finiscono per condensarsi in un solo uomo, stretto nella sua camicia a quadri e nella sua salopette. Non ci sono bottoni, né tasche: pare essere nato così, con indosso una pelle tessuta con fili diversi.

Lo sguardo, rivolto verso un altrove che non possiamo al momento vedere ma solo immaginare, ci accompagna lungo la strada deserta di un giorno che potrebbe sembrare qualsiasi, ma che si rivela diverso.

Alla guida di un camion rosso, la sagoma del nostro uomo, fermo sull’orlo di una fine che profuma di inizio: immobile laddove finisce la strada, ma comincia il cielo.

È nel giro pagina, però, che l’attesa si dirada risolvendosi in un principio di vita e avventura; ma non del genere con cui Phileas Fogg fa sbalordire il suo domestico Passepartout:

«- Il signore parte? – chiese.
– Sì, – rispose Phileas Fogg- andiamo a fare il giro del mondo.
Passepartout, con gli occhi smisuratamente spalancati, le palpebre e le sopracciglia alzate, le braccia spalancate, il corpo accasciato presentava in quel momento tutti i sintomi della meraviglia spinta fino allo stupore.
– Il giro del mondo! – mormorò.
– In 80 giorni – proseguì Phileas Fogg. – Anzi, non abbiamo un istante da perdere».
1

Un rimasuglio, nascosto nel fitto buio del cassone del camion, si annuncia come un minuscolo dettaglio da scoprire, a una condizione: concedersi il tempo di vederlo.

Un giro intorno a casa in 72 pagine dove l’attenzione per ciò a cui di solito non si fa caso diventa un’ode all’amore che capita e che ritorna a intensità e colori diversi: un boomerang affettivo che illumina le giornate e cambia il mondo.

Gli uccelli è un albo la cui risonanza fa esplodere il quotidiano in un’inaspettata fioritura: cose di sempre che diventano delicate colture, se accudite con riguardo.

Spunti didattici
In La pedagogia della lumaca, Gianfranco Zavalloni riflette su come, pur viaggiando, pur spostandosi per migliaia di chilometri in realtà non si conoscano i territori e gli ambienti in cui viviamo. Un fare lento: perdere tempo a parlare, ritornare alla cannetta e al pennino, passeggiare, disegnare, guardare il cielo fuori e dalla finestra, scrivere lettere, sono tutte modalità per conoscere i luoghi di vita, riempiendoli di vita.

Accogliere l’invito a osservare e ascoltare quella tensione, non solo verso lo straordinario, ma verso quella ordinarietà che sa risolversi in poesia, può essere lo spunto in cui addentrarsi in compagnia dell’albo Gli uccelli: una bussola di lettura per immagini e testo con cui è possibile spaziare dalla lettura a percorsi didattici più complessi, sia alla scuola dell’infanzia sia alla scuola primaria.

Lo consigliamo a… chiunque voglia donare uno sguardo diverso o a chi voglia fare i conti del proprio raccolto, perché la linfa della vita spesso si gioca nella giustezza dell’amore per i dettagli che portano rivoluzioni:

«Quando una tempesta, o un’altra sventura che manda il cielo, abbatte un’intera coltura, è con sollievo che scopriamo sul ciglio della via una piccola radura […], che è stata risparmiata con qualche sparuta spiga, ancora in piedi. E quando il sole torna a splendere benevolo, le spighe continuano a crescere solitarie e inosservate». 2

1 J. Verne, Il giro del mondo in 80 giorni, I capolavori di Gulliver, Rimini, 1995, pp. 23-24.
2 J. e W. Grimm, Tutte le fiabe, a cura di C. Miglio, Donizelli editore, Roma 2015, p. 5.

Germano Zullo – Gli uccelli – TopiPittori
Illustrazioni: Albertine

Acquista Gli uccelli su Amazon cliccando qui, oppure su IBS cliccando qui. Su entrambe le piattaforme il prezzo è scontato a 12,75 euro, invece di 15.

Voto99%

Be the first and rate this post Rate It

Rate It

99%

Author Review

0%

Not rated yet. Users Rate

Summary:

Gli uccelli – Germano Zullo ultima modifica: 2019-11-14T10:00:17+01:00 da Linda Geninazza

Su Linda Geninazza

Linda Geninazza
Non vi dirò, almeno subito, cosa faccio, ma da dove arrivo; credo le radici contino più della chioma che a volte, almeno la mia, è dritta, a volte mista, a volte curva, mentre laggiù, agli inizi, poco cambia, tutto si irrobustisce. Cusino, non cercatelo su Google Maps perché non vedrete altro che un rosso segnaposto abbandonato nel più fitto verde, lì sono cresciuta e lì ci tornerò. Ora abito il grigio-perla di Milano, altra spina nel cuore, qui vivo e ci resterò. Dimezzata tra due terre non di mezzo, questa sono io.

Può interessarti

Cara Zia Agatha di Beatriz Martin Vidal

Cara Zia Agatha di Beatriz Martin Vidal

Vi sono momenti in cui il mondo editoriale riserva spazio a grandi capolavori e regala …

Storie per bambini perfetti - Florence Parry Heide

Storie per bambini perfetti – Florence Parry Heide

In Storie per bambini perfetti, Florence Parry Heide descrive storie quotidiane usando un’ironia pungente e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.