Home / Recensioni / Libri / Da zero a novantanove / Stupido libro! di Sergio Ruzzier
stupido libro copertina

Stupido libro! di Sergio Ruzzier

Stupido libro! è un racconto nel racconto, che guida il lettore alla scoperta del valore delle parole, che, come suggerisce l’autore, Sergio Ruzzier, possono essere piene di rabbia, di tristezza, ma anche di pace. La lettura ci conduce in posti inattesi e ci mostra scenari possibili, e le pagine che compongono un libro consentono di creare, in maniera soggettiva, significati e, di conseguenza, dare un senso ai fatti che segnano il quotidiano di ognuno di noi.

Il picture book che ci apprestiamo a esplorare è Stupido Libro! di Sergio Ruzzier edito da Topipittori. Con quest’opera, semplice ma al tempo stesso geniale, l’autore intende affrontare l’incontro/scontro tra un giovane lettore e un libro fatto di sole parole. Egli sceglie, non a caso, di trattare un tema impegnativo, soprattutto per un lettore inesperto, come la fruizione di un testo senza figure utilizzando un albo illustrato, che, al contrario, prevede l’interdipendenza tra linguaggio iconico e verbale.

Alice cominciava a essere proprio stufa di starsene lì seduta sull’argine con sua sorella, senza far niente; un paio di volte aveva sbirciato il libro che sua sorella stava leggendo, ma non c’erano né figure né dialoghi: “E a che cosa serve un libro,” pensò Alice, “senza figure e senza dialoghi?”[1]

Il protagonista di questa storia è un piccolo anatroccolo che, come Alice, fatica a capacitarsi dell’esistenza di un libro privo di illustrazioni. Dopo un iniziale momento di esitazione, l’anatroccolo, in compagnia di un tarlo, si inoltra verso la scoperta di un mondo fatto di parole, che sprigionano una potenza inaspettata.

Ognuno di noi è immerso in storie di ogni genere, da cui viene sedotto, stregato e trascinato da una forza attrattiva, che opera in quantità e qualità differente in ogni persona, ma che interessa tutti indistintamente. Le parole dette, scritte, ma anche quelle non dette, lasciano un segno indelebile in ogni individuo e regalano l’opportunità di effettuare un meraviglioso viaggio restando fermi nella propria casa, o per meglio dire «ti riportano a casa…»[2].

Ma quindi è davvero uno “stupido libro”? Assolutamente no! Anzi questo albo illustrato merita di ricevere una particolare attenzione da parte del pubblico. La sua semplicità può essere erroneamente scambiata per banalità, mentre l’autore avvalendosi di poche parole e di illustrazioni fantastiche si fa portatore di un chiaro messaggio sottolineando il valore e la forza delle parole e delle storie.

Voto complessivo:  96%

Spunti didattici:

Stupido libro! può essere utilizzato in un percorso interdisciplinare nei primi tre anni della scuola primaria per avviare con i bambini una riflessione sull’importanza e sul senso delle parole. È possibile pensare a un progetto didattico in cui questo albo illustrato diviene un punto di partenza per ragionare con gli alunni e arrivare a un sempre più complesso approccio al linguaggio verbale, orale e scritto, senza mai dimenticare il peso dell’apparato iconico.

Lo consigliamo a …. bibliotecari, maestre, genitori e lettori di ogni età.


[1] L. Carroll, Alice nel paese delle meraviglie, Milano, Universale Economica Feltrinelli, 1993, p. 29.

[2] S. Ruzzier, Stupido libro!, Milano, Topipittori, 2016.

Stupido libro! di Sergio Ruzzier ultima modifica: 2019-07-25T13:34:40+02:00 da Francesca Izzo

Su Francesca Izzo

Avatar
Nel 2018 mi hanno regalato, credo per sbaglio, una laurea in Scienze della Formazione primaria, ma non ho la minima idea di quale piega prenderà la mia vita. La cosa certa è che sono una pessimista davvero brava (modestamente), una che il bicchiere mezzo pieno non sa nemmeno cos’è! Nonostante questa premessa poco entusiasmante, ci sono cose che amo e che mi rendono una persona migliore, come i libri, la musica, il cibo, l’Inter, e un altro paio di cose

Può interessarti

Il bambino sottovuoto - Christine Nostlinger

Il bambino sottovuoto – Christine Nostlinger

Il bambino sottovuoto di Christine Nostlinger ricorda ai bambini che non solo è meglio non …

La storia di Mina - David Almond

La storia di Mina – David Almond

La storia di Mina di David Almond è il diario personale di Mina, una ragazzina …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.