M come il mare - Joanna Concejo

M come il mare – Joanna Concejo

M come il mare di Joanna Concejo è l’opera che consacra la Concejo come un’artista che ripone un’estrema attenzione nella scelta delle tematiche che decide di affrontare nei suoi testi: argomenti mai banali ma, al contrario, affascinanti e incantevoli.

M come il mare di Joanna Concejo

A chi non è mai capitato, almeno una volta nella vita, o quanto meno non ha mai desiderato, di trovarsi su una spiaggia in completa solitudine con lo sguardo rivolto verso il mare?

Bisogna ammettere che è un modo molto scenografico e suggestivo per restare un po’ soli con se stessi, anche se c’è da dire che stare per troppo tempo unicamente in propria compagnia non è sempre una scelta saggia ed è forse meglio prendersi in piccole dosi! Ognuno di noi dovrebbe imparare a ritagliarsi dei piccoli spazi per riflettere e guardarsi dentro e, probabilmente, la storia di oggi, tra i suoi tanti messaggi, vuole dirci anche questo.

Tra le chicche pubblicate nel 2020 dalla casa editrice milanese Topipittori, infatti, c’è il questo picture book di Joanna Concejo, illustratrice internazionale famosa per la sua indubbia bravura e per il suo tratto assai riconoscibile. Stiamo parlando di una storia che vede due protagonisti, M. e il mare. Essi non potrebbero essere apparentemente più diversi tra loro, ma al tempo stesso le illustrazioni evidenziano l’esistenza di un legame che si manifesta attraverso l’uso del colore: infatti sia gli occhi del ragazzo sia la distesa di acqua salata sono dello stesso blu.

L’uso di questa tinta ci dice in qualche modo che M. rivede se stesso nel mare e nelle sue svariate forme – a volte calmo, altre increspato e altre volte ancora in tempesta – e in questo modo impara a prendere coscienza delle emozioni che crescono con lui. Queste sensazioni contrastanti emergono in tutto l’albo illustrato in quanto nelle doppie pagine l’apparato iconico si basa sull’uso dei toni freddi del blu, portatori di calma e rilassatezza, ma anche di  tristezza e malinconia.

Il ruolo del lettore

Altra tematica che emerge da queste tavole è quella legata alla memoria e al ricordo, viste le persone e i numerosi oggetti – foto e giochi d’infanzia – che si fanno strada nella mente di M. Il nostro giovane protagonista sceglierà di aprirsi al futuro?

In questa storia il significato sembra poco chiaro e a tratti enigmatico, soprattutto dopo una prima lettura, ma è proprio ciò che rende questo picture book affascinante e interessante, ossia la non immediatezza. Ci troviamo di fronte a uno di quei casi in cui il ruolo del lettore si fa centrale: egli viene chiamato a riempire gli spazi bianchi lasciati volutamente dell’autore e, di conseguenza, lavora in maniera coordinata con il testo. Ad ogni giro pagina ci si abbandona a un lista infinita di domande e di altrettante ipotesi.

Ciò che è certo è che, come scrive l’editore Topipittori, «Joanna Concejo scrive e illustra una storia delicata e profonda, che punta verso il basso, alla ricerca di sé, e sale in alto, al cuore, alla testa, per raccontare la rabbia, il dolore e la felicità dell’animo umano».[1]

Ne possiamo concludere che questa è l’opera che consacra la Concejo come un’artista che ripone un’estrema attenzione nella scelta delle tematiche che decide di affrontare nei suoi testi: argomenti mai banali ma, al contrario, affascinanti e incantevoli.

Spunti didattici:

M come il mare è un albo illustrato che può essere inserito in un percorso didattico nella scuola primaria, ma che trova un’ottima collocazione anche nei gradi scolastici superiori. Si potrebbe pensare a una lettura, un brainstorming e una discussione in grande gruppo. Insieme si potrebbe, poi, decidere di soffermarsi su una delle tavole che ha colpito di più gli alunni e, dopo un’accurata osservazione, eseguire in piccolo gruppo un esercizio di scrittura creativa sui mondi immaginari che si possono costruire partendo da un’immagine.

Lo consigliamo a… chi – al mare, in città o in qualsiasi altro posto – sa prendersi del tempo per stare con se stesso, guardarsi dentro, ripensare al passato e aprirsi al futuro.


[1] https://www.topipittori.it/it/catalogo/m-come-il-mare

Joanna Concejo – M come il mareTopipittori

M come il mare su IBS

M come il mare su La Feltrinelli

M come il mare su Mondadori

M come il mare su Libraccio

M come il mare su Amazon

Voto - 91%

91%

User Rating: Be the first one !

Su Francesca Izzo

Avatar
Nel 2018 mi hanno regalato, credo per sbaglio, una laurea in Scienze della Formazione primaria, ma non ho la minima idea di quale piega prenderà la mia vita. La cosa certa è che sono una pessimista davvero brava (modestamente), una che il bicchiere mezzo pieno non sa nemmeno cos’è! Nonostante questa premessa poco entusiasmante, ci sono cose che amo e che mi rendono una persona migliore, come i libri, la musica, il cibo, l’Inter, e un altro paio di cose

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.