Caro Giraffa, Caro Pinguino

Caro Giraffa, Caro Pinguino – M. Iwasa

Caro giraffa, caro pinguino di Megumi Iwasa racconta attraverso uno scambio epistolare la divertente amicizia tra una giraffa e un pinguino.

Caro giraffa, caro pinguino di Megumi Iwasa

Caro giraffa, Caro pinguino è un testo scritto da Megumi Iwasa e illustrato da Juns Takabatake, edito per la prima volta a Tokyo nel 2012 e poi nel 2019 da LupoGuido, casa editrice di Milano.

Il libro racconta di una giraffa annoiata che ha un amico altrettanto annoiato: un pellicano, per essere precisi. Entrambi, per combattere la noia, decidono di dare una svolta alla loro vita: il sig. Pellicano vuole far carriera come postino e il sig. Giraffa – vista l’occasione servita su un piatto d’argento – decide di scrivere una lettera indirizzata alla prima persona che il pellicano incontrerà dopo aver superato “la linea dell’orizzonte”. Anche perché, bisogna ammettere che il prezzo del servizio postale del sig. Pellicano è di gran lunga più conveniente di quello delle Poste Italiane o annessi:

C’è poi da dire che il pellicano era entusiasta del suo primo incarico, anche se la destinazione che pareva così vicina in realtà non lo era: il viaggio è stato lungo e faticoso ma, al suo arrivo, pesce fresco e ottimo lo aspettavano per riportarlo in forze. Anche in quel luogo c’era un postino di alto livello: una foca vivace e laboriosa che si prese l’incarico di consegnare la lettera a un pinguino – l’unico a ricevere posta, da quelle parti -.

Ma che è sto collo?

Devi però sapere, caro lettore, che non è così scontato né per una giraffa, né per un pinguino,  sapere chi vive dall’altra parte del mondo e come questo animale sia fatto.

Che sarà mai una giraffa? E che sarà mai un pinguino?
Anche perché, insomma, il caro sig. Giraffa, si è descritto in poche parole sì, ma non semplici da interpretare:

A te che vivi oltre l’orizzonte, io mi chiamo Giraffa e vivo in Africa.
Sono famoso per il mio lungo collo.
Raccontami di te, per favore.
Giraffa

La cosa si complica per il destinatario, il povero Pinguino, che giustamente si chiede: “Ma che è sto collo?”:

Caro Giraffa,
mi chiamo Pinguino e vivo a Capo delle Balene.
Grazie alla tua lettera ho imparato che esiste una cosa chiamata “collo”.
Forse io non ho il collo.
O forse sono tutto collo.
Pinguino di Capo delle Balene

Oggettivamente, voi sapreste dire se un pinguino ha il collo? 

Son domande di un certo spessore. Sono le stesse domande che un bambino si pone e non solo: anche la balena all’interno del libro, nonostante sia l’insegnante di Pinguino, rimane perplessa da questa lettera e tanto più dal fatto che Pinguino nello stesso giorno abbia posto lui due domande una più difficile dell’altra:

  1. L’acqua nel mare è blu, ma quando la metto in un secchio è incolore: perché?
  2. Io ho il collo, Balena? E tu, Balena, dove hai il collo? 

A seguire, vi saranno molte altre lettere, tutte ricche di dialoghi importanti, piene di curiosità e piene di voglia di incontrarsi, di essere amici nonostante i chilometri che li separano, nonostante quella linea dell’orizzonte che appare così netta per i due, ma non abbastanza netta da non far continuare questa amicizia che diventa sempre più profonda. 

E allora? I due si incontreranno? Chi andrà a trovare chi? Pinguino ha il collo? E Balena? 

Un testo divertente, ma anche molto serio, che affronta in modo ironico alcune domande lecite e a cui si può trovare risposta attraverso lo scambio, attraverso l’incontro con l’altro. 

Spunti didattici:
Il testo qui presentato può essere usato in svariati modi all’interno della scuola primaria, ma anche – con qualche aiuto da parte del docente – alla scuola dell’infanzia. 

Innanzitutto si può pensare di leggerlo per il piacere dei bambini e per ridere insieme; poi si può parlare degli animali e delle loro caratteristiche peculiari, attraverso un’analisi di fotografie e esplorazioni annesse. 

Lo si può anche usare come input per far esternare domande o curiosità che i bambini hanno nel loro profondo, creando quindi una scatola delle domande in aula che poi una volta a settimana si possono leggere e scoprire insieme, attraverso il metodo sperimentale. 

Sicuramente, una volta letto il testo, saranno i vostri studenti stessi a farvi venire altre idee e a guidarvi nella co-costruzione delle competenze. Ricordiamoci, che anche le migliori docenti, non possono sapere tutto. Come si nota anche nel caro maestro della storia, il sig. Balena non riesce a rispondere agli interrogativi di Pinguino e tergiversa dicendogli “pensaci su, è il tuo compito per domani scoprirlo”: in realtà è un compito bidirezionale, sia l’insegnante, sia gli alunni, possono e devono armarsi di forza di volontà e scovare la risposta, insieme.

Lo consigliamo a… tutti coloro che, come me, si stanno chiedendo se pinguini, foche e balene hanno il collo. 

Megumi Iwasa – Caro giraffa, caro pinguino – LupoGuido
Traduzione: Laura Testaverde
Illustrazioni: Jun Takabatake

Caro Giraffa, caro Pinguino su IBS

Caro Giraffa, caro Pinguino su La Feltrinelli

Caro Giraffa, caro Pinguino su Mondadori

Caro Giraffa, caro Pinguino su Libraccio

Caro giraffa, caro pinguino su Amazon

0%

User Rating: Be the first one !

Su Ilaria Dui

Avatar
Laureata in Scienze della Formazione primaria, specializzata in messaggi vocali dai 4 minuti in su, dottoranda in Netflix, amante di storie di qualsivoglia tipo, ladra di abiti di sorelle maggiori, carnivora di professione, goffa come secondo lavoro. Tra una pista da sci e il duomo di Milano, tra amici montagnini e amici San Carlini, mi piace pensare di poter percorrere diverse strade fatte di punti di vista diversi e dettagli opposti, il tutto con una vecchia auto perennemente dal meccanico grazie a un conto corrente perennemente in rosso

Può interessarti

Huckleberry Finn - Mark Twain

Le avventure di Huckleberry Finn – Mark Twain

Le avventure di Huckleberry Finn di Mark Twain, l’età e il numero di pagine non …

Moabi - Mickaël El Fathi

Moabi – Mickaël El Fathi

Moabi di Mickaël El Fathi ci mostra, attraverso parole delicate e importanti, il tema del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.