La zuppa Lepron - Giovanna Zoboli e Mariachiara Di Giorgio

La zuppa Lepron – Giovanna Zoboli e Mariachiara Di Giorgio

La zuppa Lepron di Giovanna Zoboli e Mariachiara Di Giorgio è un albo illustrato in cui tutti gli elementi sono stati scelti e misurati con precisione: un testo semplice ma capace di arrivare al lettore, illustrazioni delicate ma realizzate con ricchezza dei dettagli, una felicità fatta di piccole cose, un pizzico di immaginazione e tanti bei sogni.

La zuppa Lepron di Giovanna Zoboli e Mariachiara Di Giorgio

La zuppa Lepron

Quando si decide di esplorare il mondo della letteratura per l’infanzia e del picture book si incontrano le tante figure professionali (decisamente molte di più di quelle che crediamo) che lavorano in maniera coordinata per dare vita all’albo illustrato di qualità. Tra loro c’è chi possiede una formazione eclettica come Giovanna Zoboli, scrittrice ed edtrice della casa editrice milanese Topipittori (qui la nostra intervista), e poi c’è chi come Mariachiara Di Giorgio, illustratrice romana, riesce a creare disegni carichi di passione senza tralasciare i dettagli. A tal proposito cogliamo l’occasione per ricordare che Di Giorgio ha vinto il Premio Andersen 2022 come miglior illustratrice.

Poi accade che queste due donne decidono di unire le loro forze, e le loro competenze, e collaborare per dare origine a capolavori. Nel 2017, infatti, è uscito Professione coccodrillo, Premio Andersen 2018 come Miglior libro senza parole e, siccome squadra che vince non si cambia, nel 2022 hanno deciso di regalarci un albo illustrato nuovo di zecca che, viste le premesse, possiede le caratteristiche per essere un vera chicca: La zuppa Lepron, pubblicati entrambi da Topipittori.

Il signor Lepron è un lepre bellissimo, pelo lucido e orecchie lunghe. […] Il signor Lepron ha una bella tana accogliente, molti figli, molti nipoti, molti pronipoti e la passione delle verdure.

Con queste parole veniamo introdotti nel libro e facciamo la conoscenza del signor Lepron, il miglior cuoco di zuppe al mondo. La zuppa non fa esattamente parte di quelle pietanze di cui non si può fare a meno, ma quella cucinata dal signor Lepron ha qualcosa di diverso, qualcosa di speciale. Saranno le verdure dell’orto selezionate con rigorosa attenzione? O forse i meriti sono dell’aria delle zona e dell’acqua del bosco?

Nessuno lo sa.

La zuppa Lepron

Il profumo della sua zuppa però è una certezza che, come il profumo del ragù la domenica mattina, produce un effetto stupefacente e conduce il signor Lepron in mondi onirici straordinari.

La zuppa Lepron
La zuppa Lepron

Un giorno, visto l’estremo successo della sua zuppa, Lepron decide che è ora di aprire uno stabilimento per cucinare e inscatolare la zuppa e farla conoscere a tutto il mondo.

Ma qualcosa va storto: il suo squisito intruglio non è più quello di una volta e anche i suoi sogni non sono più gli stessi, eppure ingredienti e procedimento non hanno subito alcuna modifica… Allora cosa è cambiato?

Un albo illustrato in cui tutti gli elementi sono stati scelti e misurati con precisione: un testo semplice ma capace di arrivare al lettore accompagnato da illustrazioni delicate ma realizzate con ricchezza dei dettagli, una felicità fatta di piccole cose, un pizzico di immaginazione e tanti bei sogni.

Spunti didattici:

La zuppa Lepron è una lettura adatta a tutti, grandi e piccoli. Agli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e, perchè no, anche secondaria, ma anche agli insegnanti, soprattutto quelli che guardano di traverso l’albo illustrato e non credono alle sue molteplici potenzialità didattiche.

Lo consigliamo a… A chi ai fornelli è imbattibile. A chi non crede alle voci campate per aria. A chi fa sogni d’oro, che sono solo sogni e sono belli così.

Giovanna Zoboli e Mariachiara Di Giorgio – La zuppa LepronTopiPittori

Voto - 95%

95%

User Rating: Be the first one !

Su Francesca Izzo

Nel 2018 mi hanno regalato, credo per sbaglio, una laurea in Scienze della Formazione primaria, ma non ho la minima idea di quale piega prenderà la mia vita. La cosa certa è che sono una pessimista davvero brava (modestamente), una che il bicchiere mezzo pieno non sa nemmeno cos’è! Nonostante questa premessa poco entusiasmante, ci sono cose che amo e che mi rendono una persona migliore, come i libri, la musica, il cibo, l’Inter, e un altro paio di cose

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.