Rapporto uomo-donna: basta poco, che ce vo’?

Contrariamente a quanto pensa l’uomo medio, noi donne siamo strumenti abbastanza semplici. Se non altro nella gestione ordinaria. Lasciamo stare gli eventi straordinari come laurea, matrimonio, gravidanza, balzi di carriera, ma nel quotidiano basta veramente poco con noi.

Poiché, tuttavia, l’uomo medio ci considera troppo complicate e pensa che per farci stupidamente ed effimeramente felici (che poi è la felicità vera perché una felicità intelligente e duratura non si è mai vista) serva chissà quale dispendio di energie, per non sbagliare e stancarsi inutilmente se ne sta seduto sul divano a guardare su canale 56 “Come è fatto?”  appassionandosi ai processi produttivi della fisarmonica e lasciando la propria femmina a macerare nel rum.

Allora mi permetto, caro uomo medio, di farti un breve elenco di frasi e gesti veramente minimalisti che potresti usare per salvare la tua donna dal predetto rum ma anche per rimorchiarti finalmente quella che incontri tutti i giorni in treno ( e salvare anche lei da un possibile, futuro, abuso di alcol).

Ti assicuro che se hanno reso completamente rimbecillita me per qualche ora o minuto, funzionano.

Tieni e, per cortesia, fanne buon uso:

1) Sei misteriosa come le polpette

2) Sei una donna interessante (non usare se lei è bruttina o se non è vero)

3) Siamo come le chiappe di uno stesso sedere (solo se la donna è spiritosa, a me fa morire…)

4) Tirare fuori a tradimento un libro e darlo a lei come se fosse un caso ma dentro c’è scritto ” a NOME-DELLA-TIPA” (nel senso del nome di battesimo della tipa, non scrivete nomedellatipa)

5) A fine giornata il tuo sorriso è la miglior soddisfazione

6) Mandare un whatsapp ad un’ora a casaccio tanto per fa capire che comunque le stai pensando. No faccine, no rime, una riga di parole nude e crude

7) Portarla a mangiare Junk food/street food che non ci serve mica il ristorante figo

8) Guardarla quando non se ne accorge (perché noi donne ce ne accorgiamo se ci guardate quando pensate che non ce ne accorgiamo… Va bene, un po’ complicate lo siamo)

9) Se ti manca diglielo, anche se siete nella stessa stanza

10) No, non c’è il dieci: prova a inventartelo. Se no vuol dire che non ti interessa più di tanto e allora viva il canale 56 e l’arte di costruire fisarmoniche

Su LaLaura

Laura meglio detta Lalaura. Donna di apparente cattivo umore, spettinata per principio, colleziono pensieri e calzini spaiati. Scrivo per automedicazione e funziona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.