Morte ennio Morricone

Quali band si sono ispirate di più a Ennio Morricone?

La morte  del Maestro Ennio Morricone ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo della musica, almeno nell’immediato dove viene davvero difficile pensare ad un erede di cotanta grandezza e sensibilità.

Una carriera meritata a suon di capolavori, ma anche guadagnata in un momento in cui comporre musica per il cinema era campo di felice sperimentazione.
Dopo la lettura del necrologio composto dallo stesso Morricone sarebbe impossibile trovare parole migliori per descriverlo e raccontarlo, allora abbiamo pensato di provare a ricordare quali band (tra le migliaia che a lui si sono ispirati o lo hanno omaggiato) hanno maggiormente seguito le sue orme sonore e compositive. Ne abbiamo scelte tre da tre continenti differenti, tanto per ricordarci che la musica di Ennio Morricone era patrimonio dell’umanità intera.

Calexico, Morricone in salsa Tex-Mex


Qualche anno fa mi capitò di intervistare Joe Burns per un suo progetto alternativo ai Calexico, già molto famosi all’epoca. La band si chiamava Friends of Dean Martinez e avevano pubblicato due album strumentali, struggenti ed emozionanti. Alla mia domanda su quali fossero le influenze lui rispose se davvero un italiano stava facendo quella domanda stupida, perché la risposta era ovvia: Ennio Morricone e le sue invenzioni chitarristiche. In effetti ascoltando i Calexico si ha l’impressione che questi ragazzi abbiano amato e consumato le composizioni del Maestro, pur avendole elaborate e inserite nella loro cultura musicale che trae le sue origini (come il dice il nome stesso) in quel Texas dove l’America incontra il Messico.
Chitarre, fischi e soprattutto trombe sono la perfetta miscela di temi morriconiani in salsa tex-mex.

The 5.6.7.8’s, Tarantino come matrice comune


Gruppo femminile giapponese le The 5.6.7.8’s sono una piccola celebrità nella terra del Sol Levante, come è  arrivato a loro da Morricone? Semplice, per gradi di parentela. Nella loro musica il rock e il surf si incontrano con un certo easy listening dai toni giocosi e surreali, tutti generi che devono a Morricone l’apertura della strada maestra, per non dire delle pietre miliari proprio come per le antiche vie di Roma. Morricone e le The 5.6.7.8’s hanno infatti anche un parente in comune ovvero Quentin Tarantino che le volle nella sua pellicola più morriconiana ovvero Kill Bill. Perfette interpreti dello stile di Morricone in salsa del Pacifico.

Calibro 35, ossia Morricone declinato in salsa moderna


Arriviamo a casa nostra, ma strano a dirsi non a Roma. Ovviamente non perché manchino epigoni nella città amata e vissuta dal Maestro, ma perché il collettivo di cui andiamo parlare a nostro avviso ha incarnato il verbo di Ennio Morricone portandolo a nuove coniugazioni, attuali e moderne. By the way, se vi fosse capitato di guardare i programmi musicali di festival e teatri americani negli ultimi anni avreste notato che Calibro 35 ed Ennio Morricone (a volte le sue composizioni eseguite da altre orchestre) si contendevano le partecipazioni, segno che loro rappresentavano la musica italiana all’estero, o almeno un certo tipo di musica. Per fortuna, aggiungiamo noi.
Le loro composizioni, oltre che negli omaggi espliciti, risentono di un ascolto profondo e colto dell’opera del Maestro a cui però è stata aggiunta una buona dose di originalità e freschezza personale.
Aggiungiamo tra le righe e come puro gioco che, se ci fosse un concorso per cercare “il nuovo Morricone” noi candideremmo Enrico Gabrielli che con la sua ecletticità, la sua visione e la sua cultura musicale, sarebbe l’unico a poter seguire le orme del grande Maestro, in particolare in ambito internazionale.

Su Piggy the pig

Avatar
Nasce negli anni 80 con ancora l'eco delle chiamate londinesi. Quando ci arriva a Londra è scoppiato il Brit-pop, intanto le urla del grunge scendono sotto pelle. Ama il vino rosse e le birre rosse, ascolta musica per non piangere ma a volte gli fa l'effetto contrario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.