Jovanotti, esce Oh, Vita! E noi non possiamo che volergli ancora più bene

È uscito Oh, Vita, il nuovo disco di Lorenzo Cherubini. Un album che si avvale del lavoro “a togliere” di Rick Rubin e che ci mostra tutta la strada percorsa da questo folletto multiforme che è Jovanotti

Un disco che parte da lontano

Il ragazzo è tenace, dinoccolato, alto e forte ma ha un sorriso ingenuo, un po’ da bamboccione. Si presenta a fine anni novanta a cantare Gimme Five, in molti lo sfanculano prima ancora di capire che faccia abbia. Ma lui non molla e le prova tutte. Rap, canzone d’autore, dance, tribe, il ragazzo non molla. Sta sul cazzo a metà nazione, l’altra metà semplicemente gli vuole bene. E così passano gli anni e passano le stagioni. In tanti passano ma lui, Lorenzo, no. Ti chiedi perché e alla fine la risposta è molto più semplice di quello che si può pensare: in trent’anni di carriera almeno un suo pezzo lo hai canticchiato, e come te anche il resto d’Italia, e capisce che a Jovanotti non puoi non volergli bene. Detto questo, cari lettori, la notizia positiva è che ci è andata molto bene. Perché? Perché il ragazzo mentre cambiava genere e pantaloni e cresciuto è diventano un uomo fortunato sì, ma con tanta vita addosso, anche difficile, e quindi è invecchiato bene. E Oh, Vita! ne è la conferma. 

Il tocco “a togliere” di Rick Rubin

Jovanotti è andato in America, non si è seduto su un trono contando i dinderi (come molti suoi colleghi, aggiungete voi i nomi) ed è andato a lavorare con Rick Rubin il produttore che più d’ogni altro ha segnato la contaminazione tra rap e rock. E questo signore che fa? Mica gli mette dietro mega tastiere e produzioni da show-biz, no. ‘Sto pazzo fa tutto il contrario, gli prende i pezzi e glieli spoglia, lascia il povero cantante italiano andato a fare fortuna oltre oceano in mutante (artistiche).

Il risultato è una bomba: l’album di Jovanotti è semplicemente vero, scazzato, sincero come non ne sentivano da un po’ in Italia (nonostante l’ottimo periodo). Soprattutto è il disco di un uomo con gli occhi sinceri che guardano il mondo con la bellezza e la sofferenza di chi di strada ne ha fatta tanta. Jovanotti non ha camminato solo da Brera e a Corso Como, le sue parole hanno un’ampiezza e una profondità che ricorda la nostra cara Italia ma anche questa piccola grande palla che chiamiamo Terra.

Un album che parla di esperienza di vita

Lo so dovevo raccontarvi delle canzoni, ma prima di farlo sappiate che la cosa più interessante di questo disco è il percorso, la visione, la sincerità con cui è stato scritto. Le canzoni sono dita splendide di una mano forte e capace. Detto ciò io amo la parte più selvaggia del disco tra cui Oh Vita, Paura di Niente struggente e forte come una carezza con le mani fredde. Poi c’è SBAM! la canzone più riuscita e forte dell’album, un testo sincero e violento con una linea vocale travolta e travolgente che va fuori tempo per l’urgenza di dire tutto e dirlo nel modo più veloce possibile.

Ed è quella di trasformare e ridare un’immagine sincera a Lorenzo Cherubini, l’idea più geniale di Rick Rubin, uno che non bisogno di effetti speciali per fare cose eccezionali. 

Il disco americano di Jovanotti è il disco più italiano e più urgente che l’artista abbia prodotto almeno da dieci anni a questa parte. Si dice che vedere le cose da lontano ci avvicina alla soluzione di un quesito o di una domanda. In questo disco di Jovanotti si ha la riprova di questa verità: Lorenzo sfuggendo dal rumore di casa sua ha trovato la sincerità che per ogni artista è la chiave di svolta fra scrivere canzoni e dare vita a piccole opere d’arte senza tempo e senza età.

Clicca qui per comprare il disco in versione CD

Su Piggy the pig

Avatar
Nasce negli anni 80 con ancora l'eco delle chiamate londinesi. Quando ci arriva a Londra è scoppiato il Brit-pop, intanto le urla del grunge scendono sotto pelle. Ama il vino rosse e le birre rosse, ascolta musica per non piangere ma a volte gli fa l'effetto contrario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.