Buoni spropositi Micol Martinez

I buoni spropositi – Micol Martinez

Micol Martinez cantautrice milanese poliedrica, il 18 Marzo ha pubblicato il suo nuovo album dal titolo I buoni Spropositi, proprio durante il più grande lockdown mondiale della storia.

Chissà, in molti avranno pensato che un titolo del genere poteva essere di buon auspicio per un periodo come quello che avremmo dovuto vivere, chiusi in casa per giorni con la sola possibilità di affidarci alla nostra testa per fuggire lontano. E si sa che i buoni propositi, e quindi gli spropositi per estensione, sono il tipico pensiero che si materializza nella mente di chi ha del tempo a disposizione per immaginare la propria esistenza nel futuro.
Si sente che in questo lavoro, Micol Martinez ha avuto bisogno di tempo per pensare e per digerire la vita prima di metterla in rima e metrica. Si sente non perché il disco abbia toni cupi o meditabondi, anzi per l’esatto contrario.
I buoni spropositi è un disco di riscoperta di sé stessi e degli altri, delle proprie ragioni e delle proprie buone intenzioni. Un album in cui una donna si riscopre protagonista della propria direzione e la persegue ostinatamente.
“Non sono niente io” ripete ossessivamente Micol Martinez nel secondo singolo scelto per presentare l’album. Un niente però che diventa possibilità di essere in futuro, di evolvere, di cambiare idea o identità. Si nota con piacere infatti in questo album anche il tentativo di immaginare dei sé diversi da parte di Micol Martinez con altri nomi e altri vissuti, come nello splendido caso del Pirata Jade, in cui il racconto si fa ricerca della propria personalità della propria individualità.
Tutto l’album è segnato dallo splendido primo singolo lanciato dalla cantautrice a gennaio con un divertente (ed intelligente) video che vede la partecipazione di Marco Ripoldi, il bravo ragazzo del Terzo segreto di Satira.
Una lista di buoni pensieri espressi forse tardi forse per salvare una relazione, ma forse non troppo tardi per salvarsi la pelle e la voglia di rinascere. E questa sembra una buona via di interpretazione al lavoro di Micol Martinez, il desiderio qui non è solo quello di cambiare per compiacere qualcuno, ma il desiderio di cambiare per piacersi di più.
Anche musicalmente si sente un cambiamento grosso nel lavoro di Micol Martinez. Le atmosfere cupe e scarne dei precedenti album che hanno caratterizzato la poetica della cantautrice, ora lasciano spazio a nuovi suoni presi dal pop moderno più elegante. Di sicuro la ritmica aiutata da alcuni stratagemmi elettronici  guadagna in colore ed energia, diventando davvero coinvolgente.
“È più semplice di me” canta Micol Martinez in Di me e di te, e forse è proprio questo che bisogna sottolineare di questo disco. I Buoni spropositi arriva dritto al cuore, emoziona immediatamente senza inganni e senza trucchi. Il dolore, le incomprensioni, i conflitti sono stati talmente tanto filtrati da essere diventati una pennellata di forza dentro al calore dei colori.
Una buona occasione è una canzone di speranza e di attesa, dove ormai è chiaro che tutto quello che accade lascerà un segno ma potrà pur essere una ripartenza, necessaria per sopravvivere. “Noi non finiremo mai” frase dallo splendido doppio senso: non finiremo di essere noi, ma non finiremo mai di farlo. Forse è proprio questa canzone a guidare per una parte il senso di questo lavoro.

I buoni spropositi è sicuramente un disco carico di emozioni e di ironia, un mix che rendono il disco della cantautrice milanese una gemma preziosa in questo momento in cui si sente la necessità di musica che parli direttamente il linguaggio delle emozioni, senza costruzioni e senza sovrastrutture.

Su Piggy the pig

Avatar
Nasce negli anni 80 con ancora l'eco delle chiamate londinesi. Quando ci arriva a Londra è scoppiato il Brit-pop, intanto le urla del grunge scendono sotto pelle. Ama il vino rosse e le birre rosse, ascolta musica per non piangere ma a volte gli fa l'effetto contrario.

Può interessarti

Dieta musicale: tre dischi per la vostra giornata a casa, te emozioni per scandire il giorno

Dieta musicale: tre dischi per la vostra giornata a casa, tre emozioni per scandire il giorno

Ormai le abbiamo dette tutte sull’isolamento impostoci e auto impostoci a causa del virus che …

Pop X la recensione di Antille, il nuovo disco

Pop X, la recensione di Antille

Se vi state chiedendo se ci fanno o ci sono farete fatica a risolvere la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.