Home / Rubriche / Blog / Islanda, un paese tutto da scoprire – Diario di Viaggio

Islanda, un paese tutto da scoprire – Diario di Viaggio

Una settimana in Islanda – Quest’anno le ferie le ho fatte a cavallo dell’anno nuovo e mi sono regalata un viaggio in una terra che volevo visitare da tempo. Ecco cosa mi ha colpito di quel paese, tra chilometri e chilometri di paesaggi sconfinati, enormi bellezze della natura, cavalli ovunque e interminabili ore al buio

In questo 2019 ho messo la crocetta su un viaggio che volevo fare da tempo, ma che, per chissà quale ragione, ho fatto solo adesso. Per anni l’Islanda e l’aurora boreale mi hanno affascinata, e dopo aver trascorso le ultime tre ferie al caldo, era arrivato il momento di andare cambiare rotta e dirigersi in uno dei posti più freddi al mondo. Per una questione logistica ho prenotato le vacanze dal 27 dicembre al 3 gennaio. Otto giorni da passare in mezzo al (quasi) nulla, con una natura dominante e soprattutto con poche ore di luce a disposizione.

L’avventura è iniziata già nel preparare lo zaino, per una che è abituata al trolley, ma soprattutto per una che solitamente è freddolosa. Figuratevi cosa poteva significare per me attrezzarsi al meglio per le temperature invernali islandesi… E invece il termometro è stato dalla mia parte, e solo alcune volte ho avuto freddo davvero – tra queste, ovviamente, sono da annoverare le volte in cui mi toglievo il guanto per scattare una foto, da vera coraggiosa! Una volta tornata in patria, Milano mi sembrava molto più fredda. Sicuramente stiamo parlando di due climi diversi, uno più secco e l’altro più umido, fatto sta che questa piacevole sorpresa è stata da me ben apprezzata. Ho apprezzato meno, invece, la pioggia e la neve che spinte dal vento picchiavano fortissimo sulle guance scoperte, e lì non c’era altro da fare che correre di corsa al primo riparo disponibile.

Comunque, tornando al bagaglio, nonostante i 23 kg a disposizione me la sono cavata con poco più di 9 kg, suddivisi principalmente in maglioni di pile, maglie termiche, pantaloni pesanti, calzettoni e stivali. Il viaggio è stato itinerante, ovvero ogni notte si dormiva in un posto diverso, gli spostamenti sono avvenuti in macchina e abbiamo girato tutta la costa sud-ovest dell’isola. Dico “abbiamo” perché per la prima volta ho fatto un viaggio di gruppo, e credo di aver avuto la solita “fortuna da principiante”. Anche questo ha fatto parte dell’avventura in sé e ho condiviso il viaggio con persone divertenti che hanno rallegrato l’atmosfera, anche nelle lunghe ore di spostamenti al buio. Infatti in questo periodo dell’anno le ore di luce erano appena cinque, circa dalle 11 alle 16, e bisognava assolutamente sfruttarle appieno…

Islanda, un paese tutto da scoprire – Diario di Viaggio – Parte 2

Islanda, un paese tutto da scoprire – Diario di Viaggio – Parte 3

Islanda, un paese tutto da scoprire – Diario di Viaggio ultima modifica: 2019-01-21T11:30:34+02:00 da Serena Zunino

Su Serena Zunino

Serena Zunino
Ligure d'origine, milanese di adozione, vivo le passioni in maniera viscerale - per la felicità di chi mi sta vicino - e sono curiosa come una scimmia

Può interessarti

GP d’Italia: tra parrucche, emozioni e tricolore!

Il Mugello è un posto speciale, e di questo ne abbiamo già parlato, ma questa …

MotoGP 2019 – Next stop: Mugello!

Ci siamo, questa è tra le settimane più attese dagli appassionati (italiani e non) di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.