La regola del calippo

Il ministro Madia viene fotografata mentre mangia un cono gelato. Alfonso Signorini, direttore di Chi, pubblica la foto (essendo un momento privato, la cosa mi pare già deontologicamente discutibile) e in più ci piazza il carico da 90, dando fondo alle sue doti di titolista. Il risultato è una (sacrosanta) rivolta web

Allora, il fatto è il seguente. Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e Semplificazione Marianna Madia qualche giorno fa ha avuto la pruriginosa idea di mangiarsi un gelato al cioccolato. Non paga, la birichina, ha persino avuto l’ardire di farlo in pubblico, senza minimamente pensare che nel paese che ha dato i natali a Dante e Malgioglio, un gelato al cioccolato significa molto di più di una cialda con sopra del latte ghiacciato. A ravvederla ci ha pensato uno dei giornalisti più potenti d’Italia, il direttore di CHI, Alfonso Signorini, il quale, non solo ha pubblicato la foto incriminata ma ci ha pure titolato sopra un bel “Ci sa fare col gelato…”. Ovvia la reazione di buona parte del web, che, giustamente, se l’è presa col direttore per la caduta di stile e per il pessimo gusto.

Signorini, però, convinto del proprio operato ha deciso di non darla vinta ai suoi detrattori, su Twitter ci ha tenuto a precisare che “quando si trattava del calippo della Pascale nessuno si è indignato” (il suo tweet, testuale: “Calippo sì e gelato no? #duepesiduemisure“). Forse, però, il buon Alfonso non ricorda che l’occasione in cui la fidanzata di Silvio Berlusconi è stata beccata a mangiare il calippo era ben diversa.

Non ve la ricordate? Bene, per rimediare (e per prevenire l’altra parte del web, quella che la butterebbe a pizza e fichi con la solita leggerezza italica), ecco il video incriminato con protagonista la giovane Francesca. Guardatevelo e poi tornate sulla foto in alto. Poi fatelo ripartire e riguardate di nuovo la foto in alto.

Non vedete nessuna differenza? BENE!

Siete perfetti per intraprendere una carriera nel mondo del giornalismo.

Su massimo miliani

Ho il CV più schizofrenico di Jack Torrence, per questo motivo enunciare qui la mia bio potrebbe risultare complicato. Semplificando, per lo Stato e per l'Inpgi, attualmente risulto essere giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.