Laura Antonelli, ora proverà a sedurre Dio, che il Diavolo è troppo facile

Oggi è morta Laura Antonelli, icona della bellezza femminile italiana degli anni 70. La sua vita è stata un continuo saliscendi, dall’enorme popolarità portatagli da titoli come Malizia e il Merlo Maschio, al declino, inesorabile (voluto, cercato, sfigato?), degli ultimi due decenni. Inutile stare qui a fare apologie o demonizzazioni del personaggio che, in ogni caso, risulterebbero posticce e prive di senso. Ci limitiamo a dire che se n’è andata una delle donne che meglio è riuscita a incarnare la sensualità della bellezza italiana. E questo fotogramma, tratto da Malizia, ne è l’immagine più densa.

Su massimo miliani

Ho il CV più schizofrenico di Jack Torrence, per questo motivo enunciare qui la mia bio potrebbe risultare complicato. Semplificando, per lo Stato e per l'Inpgi, attualmente risulto essere giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.