Serie A, pagelle Juventus – Parma: 3-1

Buffon 6 – Inoperoso per parecchio tempo, compie una bella parata ma piazza male la barriera sul gol del Parma

Danilo 6.5 – All’inizio soffre più del dovuto Pezzella, poi cresce alla distanza e torna a essere quel brasiliano tedesco che abbiamo imparato ad amare

Bonucci 6 – Chiude bene ogni spazio, Pellè se lo ricorderà a lungo

De Ligt 6.5 – Nella serata in cui mostra forse un filo di stanchezza, fa meglio come attaccante. Ma che gli vuoi dire? 

Alex Sandro 7.5 – La sua doppietta è inaspettata come una notte di sesso selvaggio dopo 10 anni di matrimonio

Cuadrado 6.5 – Resta il più pericoloso dei suoi. Che siano strappi, oppure cross, Cuadrado è il più lucido

Arthur 6 – Ordinato e preciso in fase di costruzione, una cazzo di sciagura quando si addormenta e perde palle che fanno gridare all’introduzione della Garrota

Bentancur 6 – Non male, il povero Rodrigo. Senza dubbio più solido in fase difensiva del suo compare di reparto

McKennie 5 – Stasera pareva un americano che gioca a soccer

Dybala 6.5 – È in crescita. E mi fermo qui, prima di menare rogna inutilmente

Ronaldo 6 – Si sbatte come pochi, ma conclude poco e nulla

Pirlo 6 – Povero Pirlo, in che annata sciagurata è capitato. Vince, e dio grazie che vince. Perché la figura di merda rimediata dal brand Juventus con quella storiaccia della Super League è un fango che difficilmente andrà via

 
 
 
 
 

Su massimo miliani

Ho il CV più schizofrenico di Jack Torrence, per questo motivo enunciare qui la mia bio potrebbe risultare complicato. Semplificando, per lo Stato e per l'Inpgi, attualmente risulto essere giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.