Pagelle Juventus genoa

Serie A – Pagelle Juventus – Genoa: 3-1

Szczesny 6: la sufficienza gliela do solo perché si è messo la divisa ed è sceso in campo. E perché a fine primo tempo fa una bella parata, va…

Danilo 6: partita di controllo e gestione ordinaria. Un ragioniere in maniche nere

de Ligt 6,5: anche nel nulla dell’attacco genoano, l’olandese svetta per bellezza ed eleganza. Rimedia agli errori soliti del centrocampo con una facilità che ti fa venire voglia di andare a Torino e adottarlo

Chiellini 6: giornata di ordinaria noia per il vecchio leone

Kulusevski 6,5: dopo due partite in cui tutto il popolo juventino ha chiesto la sua testa, il giovane Kulu si è ricordati di essere uno dei prospetti più interessanti della Serie A

Cuadrado 6,5: il doppiopasso con cui libera Kulusevski è semplicemente tanta roba. Ma la sua partita è stata molto più di questo 

Rabiot 6: poco visibile ma efficace. Zero sgroppate però, e un Rabiot senza sgroppate è una Pamela Anderson col dolcevita 

Bentancur 6: Più solido rispetto alle ultime apparizioni. Il che, dato che sto ragazzo dovrebbe essere il pilastro del centrocampo del futuro della Juventus, è solo un bene

Chiesa 6,5: Se il calcio fosse solo atletica questo ragazzo sarebbe già adesso un fenomeno globale. Invece, attualmente, Chiesa è solo un giocatore velocissimo che se dovesse riuscire a maturare nella maniera giusta, potrebbe trasformarsi in un crack assoluto

Ronaldo 6: per come si è sbattuto si sarebbe meritato il gol

Morata 6: Segna al termine di un contropiede da comica (scatto di Tardelli, saltato il mediano McKinley, Savoldi, tiro, nuca di McKinley, tibia di Savoldi, naso di Antognoni, nuca del portiere inglese, naso di McKinley, tibia di Benetti, nuca, naso di Chiesa, palo di Ronaldo). Speriamo sia uno sblocco definitivo in previsione di una fine di campionato da concludere con decenza 

I subentrati:

McKennie 6: il gol e poco altro

Arthur 6: mette ordine a una partita che ormai ha ben poco da dire

Alex Sandro 6: anche lui, fa quel che deve senza strafare. A momenti segna pure, per ben due volte

Dybala 6: minuti importanti per lui e movimenti del vecchio Dybala. Sperem, ostia

Ramsey 6: impatto positivo nell’arrembaggio finale

Pirlo 6: la squadra gioca senza stress e, pensa un po’, gioca bene. Francamente però, detto tra noi, che la Juve giochi bene senza stress, a me frega davvero ben poco

Pic by: Juventus Twitter

Su massimo miliani

Avatar
Ho il CV più schizofrenico di Jack Torrence, per questo motivo enunciare qui la mia bio potrebbe risultare complicato. Semplificando, per lo Stato e per l'Inpgi, attualmente risulto essere giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.