Home / Sport / MotoGP / MotoGP 2018, le pagelle del GP di Jerez: Marquez re di Spagna, carambola Ducati…
marquez vince a jerez 2018

MotoGP 2018, le pagelle del GP di Jerez: Marquez re di Spagna, carambola Ducati…

MotoGP 2018, Pagelle GP Jerez – Marc Marquez vince a mani basse un GP che ha dominato con una progressione inarrestabile. Dietro di lui, invece, prende corpo un disastro collettivo che vede carambolare in terra Dovizioso, Lorenzo e Pedrosa. Il podio viene così chiuso dal “navigatore solitario” Zarco e Iannone, bravissimo a regolare Petrucci nel finale. Disperse le Yamaha ufficiali

A Jerez è dominio di Marquez

Marc Marquez vince a Jerez una gara resa completamente pazza da una carambola innescata da Jorge Lorenzo e che ha coinvolto Andrea Dovizioso e Dani Pedrosa. Un harakiri Ducati che consegna la testa della classifica al numero 93 Honda. Dietro di lui dunque si piazzano Zarco e Iannone, che centra il secondo podio di fila regolando nel finale Danilo Petrucci. Ma andiamo con le pagelle.

Marc Marquez 10 – Parte garrulo come sempre piazzandosi dietro Lorenzo e tenendosi nella sua scia fino a quando non decide che è il momento di cambiare passo e andare a vincere. Lo fa con relativa facilità allungando quel tanto che basta per starsene tranquillo fino a traguardo, regalando  A rendergli più facile la giornata ci pensano i suoi inseguitori che si buttano in terra realizzando uno strike degno del miglior Drugo.

Johann Zarco 7 – Il suo grande merito è quello di aver portato una Yamaha in alto, vista la latitanza dei due ufficiali. Non è trascendentale e si vede, ma grazie alla mega carambola dei tre là davanti si porta a casa un secondo posto che vale oro, un buon modo per festeggiare il suo contratto da ufficiale con KTM.

Andrea Iannone 7 – Rocky Iannone sale sul podio per la seconda volta consecutiva, un premio alla costanza e alle critiche degli ultimi mesi. Certo, il podio di oggi è un regalo enorme, però lui ci ha messo del suo regolando Petrucci nel finale con un gran bel sorpasso e una difesa della posizione coriacea.

Ducati 4 – La fredda cronaca, per dirla alla Frengo, recita così: a otto giri dalla fine Dovizioso prova un sorpasso ai danni di Lorenzo, andando lungo. Lo spagnolo, che nel cercare di resistere va lungo a sua volta, prova a riprendere la corda centrando in pieno Pedrosa, che approfittando della bagarre tra i due passava tranquillo in traiettoria. Il contatto con il numero 26 spinge in maniera irrimediabile la Ducati dello spagnolo contro quella di Dovizioso, contribuendo a infiocchettare una caduta a tre che crea il vuoto alle spalle di Marquez. Ora, l’episodio messo under investigation dalla direzione non ha avuto conseguenze in termini di sanzioni, ma ne avrà parecchie sul prosieguo del mondiale. Primo perché sono 25 punti regalati a Marquez, e secondo perché questo episodio rischia di minare i rapporti all’interno del box.

Yamaha 4 – Inesistenti. Vinales nelle retrovie per tutta gara e Rossi spettatore triste di un duello per il sesto posto trasformatosi magicamente in una battaglia da podio. Alla fine, grazie alle cadute là davanti Rossi fa quinto e Vinales settimo,  ma se queste sono le Yamaha attuali, bisognerà sperare fortemente in Ducati affinché la stagione 2018 non si trasformi in una noiosissima supremazia dellìextraterrestre di Cervera.

 

 

 

 

 

 

 

MotoGP 2018, le pagelle del GP di Jerez: Marquez re di Spagna, carambola Ducati… ultima modifica: 2018-05-06T15:58:39+00:00 da massimo miliani

Su massimo miliani

Ho il CV più schizofrenico di Jack Torrence, per questo motivo enunciare qui la mia bio potrebbe risultare complicato. Semplificando, per lo Stato e per l'Inpgi, attualmente risulto essere giornalista.

Può interessarti

marquez vince a le mans

MotoGP 2018 – Le pagelle di Le Mans, tutto facile per Marquez

Pagelle Le Mans 2018 – Il sesto GP stagionale va in archivio con una vittoria …

marc marquez vince il gp di austin

MotoGP 2018, le pagelle del GP di Austin – Marquez imperiale, Iannone terzo, Dovizioso primo in classifica

GP delle Americhe, le pagelle – Ad Austin vince Marquez dopo una cavalcata che suggella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.