Olivier Messiaen – Quatuor Pour La Fin Du Temps

Quatuor Pour La Fin Du Temps di Olivier Messiaen: un’opera sul tempo e l’eternità, vissuti dall’uomo negli istanti della propria vita a seconda delle condizioni in cui vengono a trovarsi. Metterli in musica è solo di chi ha dovuto farci i conti.

Il disco in questione scaturisce da riflessioni sul tempo, riflessioni che hanno dato molto da fare all’autore, Olivier Messiaen (1908-1992). In realtà i soggetti in questione sono due, l’eternità e il tempo: la prima gode di un’assenza del concetto di prima e dopo e quindi di una certa immobilità; la seconda è ingabbiata in regole del tutto umane. Il pezzo, composto da otto brani, è dedicato all’Apocalisse e dunque alla fine del tempo per definizione. Il concetto del tempo umano viene completamente spazzato via dall’eternità, da un’immobilità atemporale a cui i credenti aspirano; infatti, è proprio il tempo umano della vita, in qualche modo, a stabilire l’eternità del post-mortem.

Tali riflessioni sono anche scaturite dal tempo che Messiaen ha vissuto all’interno di un gelido campo di concentramento polacco, quando, nel maggio del 1940, fu fatto prigioniero e stette a Gorlitz un anno. All’interno del campo, l’Ufficiale responsabile, molto appassionato di musica, impose a Messiaen la composizione di un brano per pianoforte, violino, violoncello e clarinetto, gli strumenti disponibili in loco, il tutto fu eseguito il 15 gennaio del 1941 in un piazzale a -21° di fronte a tutti i prigionieri.

Inutile dire che la ricerca del compositore va proprio nella direzione atemporale, frasi lunghissime e densissime, suoni che donano all’ascolto un’atmosfera non di questo mondo, quest’ultimo fattore dato anche dal modo in cui gli strumenti vengono fatti suonare. Un racconto che nasce e vive continuamente dell’istantanea scattata dall’autore, tutti i sentimenti ci arrivano in maniera del tutto diversa da come ci si aspetterebbe, la felicità, come la tristezza, si vivono e si declinano in maniera del tutto differente, dipendentemente da come e da dove si esperiscono.

Se vuoi ascoltarlo acquistalo cliccando qui sotto!

Valutazioni emotive

Felicità - 10%
Tristezza - 90%
Appagamento - 95%
Profondità - 99%
Indice metatemporale - 98%

78%

User Rating: Be the first one !

Su SpityBoy

Laureato in pianoforte, da anni vive di musica insegnando pianoforte, teoria musicale e armonia. Suona come solista e in gruppi cameristici. Ha pubblicato un articolo sulla musica del '500 con l'associazione Wivi-arte. Dirige la scuola Polifonie di Como ed è presidente dell'associazione Polifonie. Collabora con diversi solisti del milanese e del comasco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.