Home / Rubriche / Blog / I Libri consigliati dagli scrittori

I Libri consigliati dagli scrittori

Il Natale ormai è alle porte e se dovete ancora sciogliere delle riserve in merito a qualche regalo, ecco una bella guida acquisti letteraria redatta nientepopodimeno che da tre scrittori. Partecipano alla rassegna Vincenzo Costantino Cinaski, Alessandro Curioni e Omar di Monopoli

 

Le proposte di Vincenzo Costantino Cinaski

Poeta “che scrive per lavoro e  legge per mangiare”, come ama dire per raccontare il suo saltare tra le pagine dei libri e i palchi, ha collaborato (e scritto un libro) con Vinicio Caposela, ora sta portando in giro uno spettacolo con Paolo Rossi. Ha lavorato con Bobo Rondelli, ed è considerato il poeta contemporaneo italiano più importante da Dan Fante (sì, esattamente il figlio di quel Fante lì…) Padre della scena underground milanese, ironico e pungente, si toglie i sassolini dalle scarpe a suon di poesie. Ecco cosa propone:

Emanuel Carnevali Il primo Dio

Poeta e innovatore della letteratura americana visse di stenti negli Stati Uniti agli inizi del secolo scorso tra puttane e teppisti facendo lavori saltuari. La sua poesia è stata dimenticata per molto tempo eppure grazie a lui ci troviamo di fronte ad uno dei poeti considerati fondamentali in America. Clicca qui per acquistarlo.

Opinioni di un Clown Erik Boll

Libro di formazione per un’artista, l’amaro e il dolce si mescolano in una storia di cerone e malinconia. Dove i sorrisi regalati all’esterno corrispondono a lacrime interne. Libro prezioso. Clicca qui per acquistarlo.

“Il terzo consiglio sceglilo tu” – ovvero la poesia in vocale di whatsapp

“Hai scritto i primi due immancabili? Bene allora scegline uno tu fra questi: Il mestiere di vivere di Cesare Pavese, Fame di Hamsun, Viaggio al Termine della notte di Céline, uno a caso tra Dostoevski.”.

 

Le proposte di Alessandro Curioni

Storico, esperto di sicurezza, filoso del web e maestro dell’ironia. Signori e signori Alessandro Curioni è tornato a trovarci (leggi le recensioni ai suoi libri) per raccontarci i suoi tre regali librari per questo natale.

Il più grande uomo scimmia del Pleistocene, Roy Lewis, Adelphi.

Un libro straordinariamente divertente in cui una famiglia preistorica diventa lo specchio della nostra società e del suo rapporto con il progresso. Memorabile il personaggio del retrogrado Zio Vania. Clicca qui per acquistarlo.

Hyperion, Dan Simmons, Fanucci Editore

Un capolavoro della fantascienza costruito sulle storie dei sette protagonisti del romanzo scelti per raggiungere un pianeta remoto e confrontarsi con un creatura semidivina che ne uccidere sei ed esaudirà i desideri del settimo. I racconti di religione, guerra, amore, scienza sono memorabili. Un vero page runner. Clicca qui per acquistarlo.

Anche le formiche nel loro piccolo si incazzano, Gino& Michele, Baldini e Castoldi

Questa leggendaria raccolta di battute ha trovato il suo posto sopra il mio comodino. Appartiene alla categoria dei libri che leggi e ti fanno ridere. Passano gli anni e ogni tanto ti vengono in mente, ti ricordi quanto ti hanno divertito e finisci per rileggerli. Alla fine diventa un circolo… Virtuoso. Clicca qui per acquistarlo.

Le proposte di Omar Di Monopoli

Omar di Monopoli, tagliente e spregiudicato scrittore di Manduria è autore dello strepitoso romanzo d’esordio Uomini e cani e dell’ultimo meraviglioso Nella perfida terra di Dio gia recensito in queste pagine.

Brian Panowich – Bull Mountain (NN editore)

Romanzo d’esordio di questo dotatissimo scrittore statunitense, Bull Mountain è un solido thriller dalla particolare ambientazione western: al centro del racconto si trova la famiglia Burroughs, teppaglia del peggiore stampo redneck dedita da generazioni al traffico di whiskey e di droga. Ma tutto si complica quando uno di loro, Clayton, si sposa e cerca cambiare vita per uscire dal giro, al punto da diventare uno sceriffo. La scrittura di Panowich è uno strumento graffiante e millimetrico che non si perita di ricorrere all’utilizzo della violenza più estrema facendo però attenzione a non farla risultare mai gratuita e anzi, grazie a un sapiente gioco di gestione dei registri, è proprio attraverso di essa che l’autore riesce a infondere alla lettura una sorta di epos selvaggio e ferino, qualcosa in grado di regalare alla storia il fascino e la tensione di una terribile avventura tra le montagne presiediate dai bifolchi. Clicca qui per acquistarlo.

Andrew O’Hagan – La vita segreta (Adelphi edizioni)

Come da sottotitolo, Tre storie vere dell’èra digitale, il libro si sviluppa in tre long-form ambientati in tre momenti diversi della carriera dell’autore – che ne è narratore e protagonista – con il medesimo argomento a far da perno: la viscosa fluidità dell’universo digitale e l’infinita possibilità che essa offre per creare e moltiplicare identità fittizie che finiscono poi per influenzare la realtà. Il primo e il terzo racconto sono dedicati a due figure che attraverso la rete hanno saputo diffondere ideologie e proclami, venendo per questo perseguitati dalla legge, osannati dal sottobosco ribelle e conosciuti da chiunque abbia una connessione internet: Julian Assange, fondatore di WikiLeaks, e Satoshi Nakamoto, inventore della blockchain, la tecnologia alla base del Bitcoin. Già solo la descrizione del nevrotico e vanesio Assange vale il prezzo dell’intero volume, ma è con la storia centrale, incentrata sull’esperimento di costruzione di un personaggio inesistente da parte dell’autore che la lettura raggiunge l’acme del perturbante. Un libro importante e imprescindibile per capire il mondo odierno. Clicca qui per acquistarlo.

La saggezza è nel sangue (Garzanti), di Flannery O’Connor 

«Il libro fu scritto di gusto e, se possibile, bisognerebbe leggerlo nello stesso umore. È un romanzo comico che tratta di un cristiano suo malgrado e, in quanto tale, serissimo, perché tutti i romanzi comici d’un qualche valore debbono trattare questioni di vita e di morte». Con questa particolare avvertenza ironica la monumentale scrittrice di Savannaha ccoglie chiunque legga il suo primo romanzo (ne scriverà solo un altro, il Cielo è dei violenti), un libro edito per la prima volta nel 1952 grazie al quale l’autrice riuscì a conquistare una fetta sterminata di lettori nel mondo ma anche a suscitare un numero indescrivibile di polemiche e critiche. Perché Wise blood(letteralmente «Sangue saggio») è un testo che racchiude un’ironia atroce e tagliente: un romanzo capace di sbeffeggiare un certo tipo di religiosità attraverso una prospettiva nuova e profondissima, quella della O’Connor appunto, che nel 1952 non era ancora famosa ma che fu in grado di manipolare argomenti scottanti come il fanatismo e l’ipocrisia cattolica con strumenti stilistici che influenzeranno generazioni intere di scrittori. Flannery O’Connor diventò con questo libro una delle voci più geniali della letteratura americana del Novecento. Capolavoro. Clicca qui per acquistarlo.

 

 

I Libri consigliati dagli scrittori ultima modifica: 2017-12-22T15:28:55+00:00 da Andrea Labanca

Su Andrea Labanca

Andrea Labanca cantautore, laureato in Filosofia e performer, ha scritto due album impregnati di letteratura. "I Pesci ci osservano" è stato disco della settimana dì Fahrenheit Rai RadioTre e "Carrozzeria Lacan" è stato ospitato a Sanremo dal Premio Tenco. Ha collaborato con diversi scrittori (tra cui Aldo Nove e Livia Grossi) e ha lavorato come attore per Tino Seghal. Ora è in uscita il suo terzo album.

Può interessarti

la donna di belgrado

La donna di Belgrado

Un incontro, due chiacchiere, delle cartoline da vendere, un condensato di vita che prova a …

Tramonto ad Aragon

MotoGP 2018 – Vita di una giornalista al GP di Aragon, tra ritmi incessanti, crasi lessicali e… Guido Meda

Il terzo Gran Premio spagnolo si è tenuto al Motorland Aragon, in una zona della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.