Home / Rubriche / Blog / Cool Hunter / Charlie Noonan, la foto del mistero

Charlie Noonan, la foto del mistero

Siete facilmente impressionabili? Guardate ancora sotto il letto, prima di andare a dormire? Avete un fremito alle coronarie, con il rumore della bottiglia di plastica di notte? Molto bene cuori impavidi, qui c’è quello che fa per voi

Quella che vado a narrarvi è la curiosa storia di un uomo chiamato Charlie Noonan. Charlie era un appassionato di folklore statunitense e storie sul paranormale vissuto all’inizio del XX secolo, sposato con Ellie e con lo spirito d’avventura, che sfogava con il viaggiare per scoprire nuove credenze popolari. In uno dei suoi viaggi s’imbatte nel racconto di un agricoltore dell’Oklahoma, stato inquietante di per sé per parere personale, che gli narra la vicenda di una strana creatura. Charlie vuole saperne di più e viene accontentato. Il contadino gli racconta di una donna dal comportamento bizzarro, schiva nei modi ed estremamente solitaria. Vive a distanza dalle abitazioni, non parla con nessuno, strana, indossa sempre un velo che le copre il capo e gran parte del volto ed inoltre, è sempre accompagnata da un grosso cane  che non la lascia mai, neanche di pochi metri.

Non affermerà mai che si tratti di un essere demoniaco, ma neanche di una figura completamente umana. Voi capirete che Charlie non può che incuriosirsi per una storia come questa. Torna a casa dalla moglie e le annuncia la sua decisione di partire per cercare la misteriosa donna dell’Oklahoma.

E così accade.

Da quel momento di Charlie Noonan non si hanno più notizie

I tentativi di Ellie di fare chiarezza sulla faccenda risultano vani. Informa la polizia, lo cerca attraverso annunci e appelli strappacuore.Niente. Cerca anche il contadino che gli aveva raccontato la storia ed incredibilmente, sembra non essere mai esistito nemmeno lui. A questo punto, siete un po’ in ansia anche voi vero?  Se credete di essere davanti ad una puntata di “Chi l’ha visto?” adesso vi ricrederete. Passano i mesi e di Charlie neanche i resti.

Fino a che la notizia della sua scomparsa, viene vista alla tv dal titolare di un banco dei pegni che contatta la moglie disperata e le dice di avere una macchina fotografica che riporta inciso il nome dello scomparso Mr. Noonan. Le dice che la macchina gli è stata portata tempo prima da un vagabondo in cambio di pochi soldi e che contiene un rullino. Ellie prende l’unico ricordo che ha del marito e sviluppa le foto.

Ce n’è una sola. Ritrae una vecchia signora dal volto coperto, con un cane vicino.

Questa è l’ultima fotografia di Charlie Noonan.

Fine della storia.

Peccato che sia un falso, come tutto quello che avete appena letto.

La verità non fa male, lo so

La foto è un fake e lo si capisce guardando il pastore tedesco e il bagliore negli occhi della donna photoshoppati male e con una risoluzione discutibile, inoltre, fonti americane hanno verificato l’esistenza di Charlie Noonan e non risulta nessun amante del brivido, con il pallino per la fotografia, riconducibile al nostro eroe.

In più, cosa di gran lunga più utile, esiste la prova definitiva fornita dal sito Always Becoming, che riporta la fotografia originale della fantomatica donna demoniaca (in gallery).

La tranquilla signora altra non era che tal Virginia Romero, indiana nativa e residente nel New Mexico dove lavorava come contadina.

Il blog riporta la vita quotidiana di questa instancabile bracciante e lo sviluppo di quella che, ancora  oggi, è una cialtronata pazzesca. La cosa bizzarra è che alcuni quotidiani, ancora riportano la notizia spacciandola per vera.

Oddio, a leggere i quotidiani odierni vien quasi voglia di credere più a questo tipo di leggende che a quello che ci viene propinato quotidianamente. Se non altro qui la presa in giro è manifesta.

Non perderti le nostre rubriche

Iscriviti alla newsletter per ricevere in mail tutti gli aggiornamenti
Charlie Noonan, la foto del mistero
ultima modifica: 2017-03-21T02:10:15+00:00
da Clara

Su Clara

Sono cresciuta a libri,moda e rock'n'roll. Mangio arte fin da piccola e ho sempre saputo che mi sarei occupata dell'immagine in tutto quello che la riguarda. Dopo i canonici anni di Liceo Artistico frequento l'Istituto Marangoni e l'Accademia del Lusso e della Moda a Milano dove spazio tra creazioni, styling e scrittura di settore. Ho una passione per il vintage a cui do una seconda vita, riutilizzando accessori e complementi d'arredo la cui immagine si stravolge e ne esce completamente rinnovata, la linea si chiama Resurrection Design, un nome che è tutto un programma, ma soprattutto una filosofia sulle possibilità. Scrivo, disegno e dispenso consigli su quello che sarà cool, una sorta di guida semiseria di quello che fotografo in giro per la City con l'occhio marcato dall'eyeliner e che racconto come se fosse una storia. Rido tanto, sogno molto e macino chilometri...ma sempre con un certo stile!

Può interessarti

Cohousing – Quando la necessità favorisce la socialità

Parrebbe essere il trend del momento. Metto l’ipotesi perché non sono ancora certi i dati …

la maratona di boston

Kathrine Switzer: una pettorina che ha fatto storia

Ci sono numeri che possono cambiarti la vita, tipo quelli che chiami in caso d’emergenza, …

Booking.com

Non perderti le nostre rubriche

Niente spam, solo una mail a settimana!