Home / Recensioni / Libri / Libri in disordine / Pise e Pata. Dialogo tra i bambini sulle cose del mondo – Andrea Satta
Pise e Pata. Dialoghi tra bambini sulle cose del mondo

Pise e Pata. Dialogo tra i bambini sulle cose del mondo – Andrea Satta

Pise e Pata. Dialoghi tra bambini sulle cose del mondo di Andrea Satta ci racconta che i bambini hanno il diritto di conoscere immediatamente il mondo ed imparare ad innamorarsene sentendosene parte e non osservatori distaccati, facendo il vento invece di farsi trasportare dal vento.

Andrea Satta

Adesso hai paura, Pata?
Con te no, Pise

Il libro di cui vado a parlarvi oggi è impossibile da raccontare senza partire dalla biografia del suo autore, Andrea Satta. Cantante raffinato ed interprete della canzone francese, Andrea Satta con i Têtes de bois ha girato i palchi tra Italia ed Europa incontrandosi e scambiando idee con tanti artisti fondamentali del nostro paese; scrittore e pediatra a Roma in un ambulatorio di periferia.

In tutte le cose che fa, il cantante romano, ma di origini sarde, mette amore per il dialogo, la libertà della parola sopra gli schieramenti e sopra gli schemi. In una recente intervista sullo spinoso tema dei vaccini, Satta offriva una posizione ancora una volta fuori dagli schemi ideologici, ponendo l’importanza sul valore storico dell’introduzione delle profilassi, ma sottolinenando come non è certo l’obbligatorietà o il rischio di esclusione dalla comunità a permettere di fidarsi di tale pratica.

Satta in quel caso proponeva il dialogo, la parola, il confronto, convincere spiegando non obbligando. Vogliamo dire rispettando la libertà di tutti ma cercando di scegliere per il meglio? E allora diciamolo.

Pise e Pata. Dialoghi tra bambini sulle cose del mondo di Andrea Satta

Da questo punto di vista, il libro che ora ho per le le mani diventa veramente importante. Prima delle parole belle, prima delle illustrazioni stupende disegnante da Giacomo Agnello Modica, prima di tutto conta l’obiettivo e la necessità con cui Andrea Satta ha immaginato Pise e Pata, giustamente sottotitolato Dialoghi tra bambini sulle cose del mondo.

Come fa notare, nell’introduzione al libro, Paolo Siani, medico anch’esso oltre che  parlamentare della Repubblica dal 2018, “le fiabe influiscono in modo molto positivo sulla salute di un bambino, perché l’aiutano ad allontanare dalla sua mente il dolore della malattia e la sofferenza” ed è da qui che dobbiamo partire per leggere Pise e Pata con cognizione.

Tutte le favole immaginate e sapientemente scritte da Andrea Satta partono dalla realtà concreta, origliata fra le stanze di un ospedale, riferita da un bambino che cerca risposte per alleviare la propria sofferenza.

Così in Pise e Pata entrano argomenti più grandi di loro, domande gigantesche e paure, le stesse che in fondo anche noi adulti celiamo dietro la nostra “incrollabile” certezza nella quotidianità.

Acquista su IBS

Acquista su Amazon

I bambini devono fare il vento

Pita e Pata si chiedono cosa siano il vento e la neve, mentre cercano la risposta i due bambini si sciolgono con gli elementi, diventando essi stessi materia del mondo. In punta di piedi Pita e Pata entrano nel mondo capendolo, spiegandoselo, modellandolo a loro foggia.

– Nonno dice che la neve è la cosa che ridisegna il mondo.
– Sì, trasforma tutto.
– Le strade da nere diventano bianche.
– Gli spigoli sono tutti rotondi.
– Il rumore diventa silenzio.

Ma non c’è solo un aspetto epistemologico, Pise e Pata si chiedono anche come mai il mondo brucia (Andrea Satta è attento al tema disgustoso degli incendi estivi) e perché nessuno pensi che costruendo continuamente sull’erba alla fine lo spazio per giocare sarà solo quello del centro commerciale.

– E noi alla fine dove giocheremo, Pise?
– Dove giochiamo oggi, al centro commerciale.

Poi c’è anche la vita degli adulti di fianco ai bambini, questi strani esseri che fanno l’amore, fanno anche la guerra qualche volta, si innamorano, si lasciano e poi invecchiano, addirittura muoiono.

Questa forse è la parte più emozionante del libro, se si pensa ancora una volta alle necessità da cui è nato il libro. I bambini che hanno sofferto o che vivono lunghe degenze ovviamente si interrogano sull’origine del dolore e sulla morte, le risposte, in questo caso, devono essere chiare e convincenti, anche per la responsabilità che abbiamo di creare adulti liberi dalla paura e dalla scaramanzia.

– E perché dovrebbero morire?
– Quando sarò mamma loro saranno vecchi, e saranno morti.
– No, Pata, saranno nonni.

Una morale c’è nelle storie di Pise e Pata ed è quella che i bambini hanno il diritto di conoscere immediatamente il mondo ed imparare ad innamorarsene sentendosene parte e non osservatori distaccati, facendo il vento invece di farsi trasportare dal vento.

– Come vorrei essere vento…
– E allora corriamo?

Andrea Satta – Pise e Pata. Dialoghi tra bambini sulle cose del mondo – Rrose Sélavy
Illustrazioni: Giacomo Agnello Modica

Acquista su IBS

Acquista su Amazon

Voto85%

Be the first and rate this post Rate It

Rate It

85%

Author Review

0%

Not rated yet. Users Rate

Summary:

Pise e Pata. Dialogo tra i bambini sulle cose del mondo – Andrea Satta ultima modifica: 2019-11-12T09:00:59+01:00 da Andrea Labanca

Su Andrea Labanca

Avatar
Andrea Labanca cantautore, laureato in filosofia e performer, ha scritto tre album impregnati di letteratura. "I Pesci ci osservano" disco della settimana di Fahrenheit Rai RadioTre e "Carrozzeria Lacan" ospitato a Sanremo dal Premio Tenco. Ha collaborato con diversi scrittori (tra cui Aldo Nove e Livia Grossi) e ha lavorato come attore per Tino Seghal. Quest’anno è uscito il suo terzo album, “Per non tornare”, racconto noir-poetico in chiave elettro-vintage.

Può interessarti

Game Boy. Poesie per pogare - Ciccio Rigoli

Game Boy. Poesie per pogare – Ciccio Rigoli

Game Boy. Poesie per pogare di Ciccio Rigoli é un libro da tenere sempre in …

L’invenzione degli animali - Paolo Zardi

L’invenzione degli animali – Paolo Zardi

Ne L’invenzione degli animali, Paolo Zardi attinge da un grande orizzonte filosofico e scientifico da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.