Home / Recensioni / Libri / Libri in disordine / Isola – Siri Ranva Hjelm Jacobsen
Isola - Siri Ranva Hjelm Jacobsen

Isola – Siri Ranva Hjelm Jacobsen

Isola di Siri Ranva Hjelm Jacobsen si articola tra un rapporto forte con la natura che detta i caratteri e il bisogno di riflettere su cosa sia casa, identità e libertà di essere. Tanti gli spunti di riflessione, su tutti una importante meditazione sul concetto di cosa sia l’identità e dove si possa incontrare, quindi sull’immigrazione.

Clicca qui per leggere l’intervista a Siri Ranva Hjelm Jacobsen

Letteratura scandinava, quindi Iperborea

La crisi del libro non esiste, è il mondo ad essere in crisi. I libri sopravivranno a qualunque condizione storica e chi compra libri sa che si moltiplicherà la vita (come diceva il Professor Eco), viaggiando e scoprendo luoghi inaspettati restando comodamente seduti nella poltrona di casa propria.
Iperborea questo l’ha capito e si dà il caso che negli ultimi anni ha pubblicato alcuni tra i migliori titoli dell’editoria di casa nostra (si pensi al Libro del mare, qui recensito), raggiungendo un pubblico curioso e attento che, attraverso i libri della casa editrice milanese, ha potuto visitare posti inaccessibili, dal punto di vista quantomeno economico, con titoli che spiazzano per  originalità e profondità, ma anche per l’atmosfera decisamente lontana da quella di casa nostra.
Come ha raggiunto questi risultati? Scegliendo, il nome della casa editrice parla chiaro, di pubblicare letteratura scandinava, spaziando tra la Norvegia, la Svezia, l’Islanda e,  come nel caso del libro di questa settimana, una scrittrice danese che racconta una storia di immigrazione tra le Isole Fær Øer e la Danimarca.
Il merito di molti scrittori pubblicati da Iperborea  è  quello di farci scoprire storie diverse da quella immagine di ricchezza e successo che la vulgata vorrebbe affibbiare a quella parte di mondo per molti versi sconosciuta, permettendoci di riflettere su argomenti d’attualità da un punto di vista profondamente diverso.

Isola, un viaggio interiore

Come stanno o come non stanno le cose, rimane il fatto che ad inizio Febbraio in Italia è uscito Isola di Siri Ranva Hjelm Jacobsen, scrittrice danese con origini delle Isole Fær Øer, libro in grado di disorientare e stupire, spiazzare e spaesare.
La storia è semplice, molto semplice, proprio per questo in grado di suscitare grandi emozioni. Una ragazza, si intuisce in età da fine università, ritorna dopo anni di assenza alle Isole Fær Øer, da cui la famiglia materna ha emigrato molti anni prima, compiendo un viaggio interiore oltre che fisico in un posto che per posizione geografica, e quindi storia, è completamente scollegato dalle logiche di chi vive più vicino al mondo.

Siri Ranva Hjelm Jacobsen

Clicca qui per acquistare Isola su IBS

Clicca qui per acquistare Isola su Amazon

Una storia familiare

Il tema è l’isola; è ovvio quindi che le similitudini tra ciò che rimane in mezzo al mare e chi ci vive sopra iniziano alla prima pagina e non si esauriscono con l’ultima. La Jacobsen apre uno scorcio sociologico e antropologico che si arricchisce di riflessioni ogni volta che ripenserete al libro.
L’ommi e l’abbi, cioè la nonna e il nonno della protagonista, vivono la loro convulsa vita tra l’inizio e la fine della seconda mondiale, momento in cui le Fær Øer, in modo del tutto originale, diventano il centro del mondo e della storia europea.
Un uomo semplice dalle aspirazioni medio borghesi e una donna molto più articolata di quello che la mansione allo stabilimento che produce filetti di pesce potrebbe far pensare, decidono di sposarsi dopo molte disavventure personali e di fuggire in Danimarca alla ricerca di un nuova prosperità economica. Dal loro matrimonio nasce la voce narrante del nostro libro che racconterà questo viaggio a ritroso nella propria storia.

Cos’è casa?

Il libro si articola tra un rapporto forte con la natura che detta i caratteri e il bisogno di riflettere su cosa sia casa, identità e libertà di essere.
Tanti gli spunti di riflessione che si snocciolano tra le pagine di Isola, su tutti una importante meditazione sul concetto di cosa sia l’identità e dove si possa incontrare, quindi sull’immigrazione.
A circa tre quarti del libro troviamo una splendida sentenza che sicuramente potrà farvi cogliere la densità di questo libro, su cui non desidero svelare troppo.

Le Isole di cui aveva nostalgia non avevano una posizione geografica (..) quella di abbi era una patria fluttuante.

Siri Ranva Hjelm Jacobsen – IsolaIperborea

Clicca qui per acquistare Isola su IBS

Clicca qui per acquistare Isola su Amazon

Le recensioni di EsteticaMente

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutte le nuove recensioni!
Voto - 90%

90%

User Rating: Be the first one !
Isola – Siri Ranva Hjelm Jacobsen ultima modifica: 2018-03-02T13:08:35+00:00 da Andrea Labanca

Su Andrea Labanca

Andrea Labanca cantautore, laureato in Filosofia e performer, ha scritto due album impregnati di letteratura. "I Pesci ci osservano" è stato disco della settimana dì Fahrenheit Rai RadioTre e "Carrozzeria Lacan" è stato ospitato a Sanremo dal Premio Tenco. Ha collaborato con diversi scrittori (tra cui Aldo Nove e Livia Grossi) e ha lavorato come attore per Tino Seghal. Ora è in uscita il suo terzo album.

Può interessarti

Rassegna stampa - Recensioni de La scomparsa di Josef Mengele di Olivier Guez

La scomparsa di Josef Mengele – Olivier Guez

La scomparsa di Josef Mengele di Olivier Guez racchiude un messaggio fondamentale: la memoria e …

Gil Scott-Heron: Il Bob Dylan nero - Antonio Bacciocchi

Gil Scott-Heron: Il Bob Dylan nero – Antonio Bacciocchi

Gil Scott-Heron. Il Bob Dylan nero di Antonio Bacciocchi è importante. Perché Gill Scott-Heron è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Le nostre ultime recensioni

Niente spam, solo una mail a settimana!