Home / Recensioni / Libri / Libri in disordine / La notte del drive-in – Joe R. Landsdale
La-notte-del-drive-in---Joe-R.-Landsdale

La notte del drive-in – Joe R. Landsdale

La notte del drive-in di Joe R. Landsdale. Cosa fareste se una sera scopriste che il vostro cinema all’aperto si sta trasformando nel ribaltamento della realtà, nella disvelazione di un antico progetto alieno, o almeno sconosciuto? Come vi comportereste se quello che avete finora chiamato realtà si rivelasse appena la punta di un Iceberg che nasconde una serie di significati e mondi del tutto sconosciuti a prima vista?

Joe R. Landsdale padre tutelare della costituzione galattica

Pensateci un momento. Ripulite la mente da tutto il resto e vedete se riuscite a immaginare un drive-in tanto grande da poter contenere quattromila automobili. Voglio dire, pensateci sul serio.

Se un giorno si dovesse mai materializzare un gigantesco governo mondiale che si occupi di gestire il mondo pazzo mondo contemporaneo, bè di sicuro l’uomo giusto come padre tutelare della costituzione galattica sarebbe di sicuro Joe R. Landsdale.

Un uomo schivo, ma molto ironico, texano di nascita ma platonico nel sangue,  Joe Landsdale sfugge alle catalogazioni e alle categorie per partito preso, anche qualora dovessero tornare a suo vantaggio. Divertente l’aneddoto che lo stesso Landsdale racconta quando dice che è stata sua moglie (anch’essa scrittrice) a fargli scegliere di essere uno scrittore di fantascienza di fronte al suo editore perché la fantascienza vende di più.

Fu così inizio il nostro rituale. Mangiavamo la colazione, tornavamo a guardare film, facevamo conversazione con gente che passava di lì e aveva voglia di parlare; soprattutto, elaboravamo teorie su quello che stava succedendo.

La notte del drive-in

La notte del drive-in, libro che oggi vi consiglio, non è di certo l’unica opera importante nella carriera dello scrittore texano anzi, la serie dei due “detective” Hap e Leonard, i racconti del deserto e i romanzi monotematici sono tutte opere che rivelano la prolificità e la creatività che Landsdale riesce a sprigionare di fronte al foglio bianco.

Ma veniamo a La notte del Drive-in, cosa fareste se una sera scopriste che il vostro cinema all’aperto si sta trasformando nel ribaltamento della realtà, nella disvelazione di un antico progetto alieno, o almeno sconosciuto? Come vi comportereste se quello che avete finora chiamato realtà si rivelasse appena la punta di un Iceberg che nasconde una serie di significati e mondi del tutto sconosciuti a prima vista?
Bene, Joe Landsdale vi porta nella notte che tutti sognerebbero, almeno tutti coloro cresciuti a Matrix e filosofia, a “mondi possibili” e rock’n’roll.

Il mondo si rivela solo il riflesso continuo di mille porte che abbiamo aperto e mai chiuso nella nostra coscienza. I quattro amici scazzati che decidono di godersi la bella serata al cinema, diventano il simbolo del buon ingenuo che si trasforma nell’osservatore di un mondo che si rivela decadenza in tacchi dodici. Tutto quello che conoscete come società occidentale è in realtà una maschera posata sul macabro mondo degli uomini che aspettano solo il momento più opportuno per trasformarsi in lupi affamati. Homo homini lupus.

Il Banditore mise l’accento su “crudo”, come se fosse quello il vero crimine. Probabilmente un bambino affumicato, cotto alla griglia o fritto gli stava benissimo, ma crudo?

Il paesaggio è desolante e insieme tremendamente sberluccicante proprio come in uno spot televisivo: quello che si guarda dentro la telecamera è splendidamente messo a fuoco, appena fuoridall’obiettivo invece si coglie il deserto e la desolazione aberrante di cacciatori di carne umana.

La voce del Re del Popcorn che vi dice come stanno le cose, vi offre la verità, vi dice che lui vi ama e vi nutrirà e si prenderà cura di voi

Joe-R-Lansdale
Joe R. Lansdale

La notte del drive-in su IBS

Acquista La notte del drive-in su Amazon

È importante conoscere la verità?

Faremmo un grande sfregio a Landsdale se non dedicassimo un piccola nota alla sua filosofia guida. Il mondo non è quello che vi appare, bensì il mondo è tutte quello che accade mentre voi state guardando un bellissimo film dell’orrore, peccato che da un momento all’altro quel film dell’orrore uscirà dallo schermo e vi verrà a prendere.

Considerato uno scrittore pop sin dal suo esordio, soprattutto a causa della scelta dello scrittore stesso per i motivi sopra elencati, qualcuno si è preso la briga di costruire un quadro concettuale alle opere di Landsdale e l’orizzonte che ne viene fuori di solito è un post-modernismo in salsa platonica.

Per un po’ feci bei sogni. Ma i sogni durarono. Pensai ai miei alieni e pensai alla storia che Grace aveva raccontato su Popalong Cassidy e il Grande Regista. Pensai a tutto quel ciarpame da film, lungo l’autostrada, e cercai di capirci qualcosa, ma non ci riuscii.

Il mondo di Landsdale infatti è quello disordinato di chi ha vissuto nella provincia più violenta americana, dove il sogno americano appare appunto una grande sbronza colossale e buon motivo per fare a botte di venerdì sera. I personaggi di Landsdale ridono della loro stupidità e della loro mediocrità e quando, per caso, incontrano qualche personaggio illustre della pubblicità o di qualche nuova religione non possono che deriderne il carattere escatologico o finalistico, dimostrando che il Re è nudo. Sempre. La vita per loro è trascinarsi tra uno schermo e un fast-food.

Importante in Landsdale anche una certa forma di Platonismo in cui le figure che vediamo non sono che dei doppi riflessi in altrettanti teleschermi. Ma ecco la domanda centrale in Landsdale: è importante conoscere la verità? La risposta è no, ovviamente.

Un’ultima considerazione puramente discorsiva. Landsdale rabbrividirebbe a sentirsi chiamare uno scrittore politico, è invece di fondo lo è molto piu’ di altri saggisti o romanzieri “impegnati”. Il suo mondo fatto di mostri e di star invecchiate non è altro che il mondo in cui viviamo, in cui tutto è precario e mellifluo, in cui l’unica cosa che conta per salvarsi la pelle è restare umani e correre veloce. Molto veloce.

Joe R. Landsdale – La notte del drive-in – Einaudi

La notte del drive-in su IBS

Acquista La notte del drive-in su Amazon

Voto - 80%

80%

User Rating: Be the first one !
La notte del drive-in – Joe R. Landsdale ultima modifica: 2018-07-06T13:12:14+00:00 da Andrea Labanca

Su Andrea Labanca

Andrea Labanca cantautore, laureato in Filosofia e performer, ha scritto due album impregnati di letteratura. "I Pesci ci osservano" è stato disco della settimana dì Fahrenheit Rai RadioTre e "Carrozzeria Lacan" è stato ospitato a Sanremo dal Premio Tenco. Ha collaborato con diversi scrittori (tra cui Aldo Nove e Livia Grossi) e ha lavorato come attore per Tino Seghal. Ora è in uscita il suo terzo album.

Può interessarti

Il-giardini-dei-Finzi-Contini---Giorgio-Bassani

Il giardino dei Finzi-Contini – Giorgio Bassani

Protagonista della prova di maturità 2018, Il giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani non ha …

american dust copertina

Recensione di American Dust, Richard Brautigan

C’è una categoria, applicabile a libri e persone, che definisce in modo oltremodo chiaro le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.