Home / Rubriche / Blog / The End Of The F***ing World – La recensione della serie Netflix più amata del momento
The End Of The F***ing World - La serie Netflix

The End Of The F***ing World – La recensione della serie Netflix più amata del momento

The End Of The F***ing World – La serie Netflix ci racconta di Alyssa e James, due adolescenti in fuga dalle istituzioni, dal sistema e dalle sue leggi. Il tutto condito da una fotografia esaltante e una soundtrack perfetta.

Sono James, ho 17 anni, e sono abbastanza sicuro di essere uno psicopatico

Con questa presentazione fuoricampo si aprono su Netflix gli otto episodi The End Of The F***ing World. Da questo momento in poi, gli spettatori nostalgici dell’adolescenza vissuta un po’ da disadattati, con un retrogusto punk, cadono felicemente nel cupo mondo emotivo di James e Alyssa.

I protagonisti

Alyssa, 17 anni,  eccessiva, volgare e aggressiva? Sbagliato. È un codice criptato di chi, come lei, ha bisogno di contestare il mondo in cui si ritrova. Il mondo degli adulti per la ragazza ribelle è desolante: un patrigno molto giovane che accentra il meglio su sé stesso peggiorando invece il ruolo della compagna, madre di Alyssa, la quale sembra avere priorità di piccola borghesia senza grossi ragionamenti; apparentemente la classica mamma che non capisce il dolore della figlia. L’unico vero rapporto empatico di Alyssa è quello con un biglietto di compleanno che il padre-fantasma spedisce ogni anno al compleanno della figlia.
Alyssa odia, odia il mondo. Lo fa con la sua ribellione comica e tenera al tempo stesso. È lei che compie sempre il primo passo, che si lancia senza filtri. Come con James: lo bacia, gli dirige la mano e non le importa di passare per la ninfomane o ingorda di cibo quale è.
Ad un certo punto, una sincronicità fra disagiati fa sì che si trovi James, che all’opposto è di poche parole. Qualche “ok” di tenera accondiscendenza e qualche “maybe” di poche certezze. James è rinchiuso in sé stesso, chissà cosa si trova lì dentro. Ci sono misteri, come la passione che aveva fin da piccolo di uccidere cani, gatti, pipistrelli e tutti gli animali che si trovava a tiro. Ma questo è un segreto. Ora pare il suo obiettivo sia più ambizioso, forse è proprio Alyssa.

 Clicca qui per acquistare il fumetto The End of the Fucking World

Alyssa e James

La fuga, il viaggio

Il legame fra Alyssa e James li porta ad intraprendere un viaggio, una fuga dal mondo, un luogo in cui non sono mai stati i benvenuti. In cerca di libertà, di divertimento, di caos, di emozioni, di amore, partono alla rinfusa per una fuga tra l’ironico e il tragico.
Ovviamente decide Alyssa, è lei che mostra una parte maschile ben amplificata. Il viaggio farà nascere il bisogno di un obiettivo, un traguardo: l’arrivo dal padre di Alyssa. Il punto di riferimento fuori da quel mondo ipocrita e algido, senza valori né sentimenti veri. Alla ricerca di vita vera.
I due adolescenti si ritroveranno coinvolti in eventi sempre più complicati e nuovi personaggi lungo il cammino e la loro fuga da casa, ben presto, diventerà una fuga dalle istituzioni, dal sistema e dalle sue leggi.
È un viaggio dalle immagini preziose, create da una fotografia esaltante e accompagnate da una soundtrack perfetta e musicalmente ricca che ne accrescono il valore, donando il videoclip perfetto per il viaggio musicale che molti di noi hanno compiuto fra punk, new wave e dark.

Il fumetto e la serie

The End of the F***ing World è di Charlie Covell, attrice e autrice britannica, ma si basa su una serie a fumetti di Charles S. Forsman (Clicca qui per acquistarla), con lo stesso titolo e datato 2007. Per esigenze di scrittura, il fumetto è molto essenziale e si concentra molto sui suoi protagonisti e il loro piccolo mondo che li include senza far entrare null’altro. Il disagio esistenziale che li tiene uniti è il motore della narrazione e il dramma adolescenziale tocca le corde emotive del lettore.
La serie segue il fumetto, ma può concedersi di inserire i protagonisti in ambientazioni molto suggestive, che armonicamente creano la scenografia perfetta per questa storia. Ciò che li circonda sono distese in aperta campagna e mare aperto, dove a mala pena si vede l’orizzonte, lì dove cade l’occhio della speranza, dove tutto può avere un inizio o forse una fine.

 Clicca qui per acquistare il fumetto The End of the Fucking World

Le recensioni di EsteticaMente

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutte le nuove recensioni!
Voto complessivo - 85%

85%

User Rating: Be the first one !
The End Of The F***ing World – La recensione della serie Netflix più amata del momento ultima modifica: 2018-02-13T11:17:48+00:00 da Andrea Labanca

Su Andrea Labanca

Andrea Labanca cantautore, laureato in Filosofia e performer, ha scritto due album impregnati di letteratura. "I Pesci ci osservano" è stato disco della settimana dì Fahrenheit Rai RadioTre e "Carrozzeria Lacan" è stato ospitato a Sanremo dal Premio Tenco. Ha collaborato con diversi scrittori (tra cui Aldo Nove e Livia Grossi) e ha lavorato come attore per Tino Seghal. Ora è in uscita il suo terzo album.

Può interessarti

Un giorno a Venezia

Sabato scorso, una giornata completamente libera, un bel sole nel cielo, una città tutta da …

Dieci cose da fare assolutamente prima di vedere Stranger Things st. 2

Stranger Things, la seconda stagione – Questo vademecum non vuole essere esaustivo di ciò che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Le nostre ultime recensioni

Niente spam, solo una mail a settimana!