Home / Rubriche / Blog / RoadToStramilano / RoadToStramilano #19-19 – Iscrizione con sorprese

RoadToStramilano #19-19 – Iscrizione con sorprese

Alla fine mi sono iscritto. Certo non significa che parteciperò con certezza, ma diciamo che le basi sono abbastanza solide. E dire che ho anche pagato 14 euro per correre, se me l’avessero detto qualche mese fa avrei riso a crepapelle. Ora invece da ridere c’è davvero poco, ho anche ricevuto la sacca della Stramilano 2017 con i suoi strani omaggi.

Lunedì scorso ho effettuato la simulazione di gara andata in modo relativamente accettabile. Ebbene da quel tentativo non sono sceso più in strada, la causa è da ricercare in circostanze sfavorevoli e in un altro fattore che non saprei come spiegare, come posso metterla giù? Mi sono rotto completamente i coglioni. In realtà ieri sera mi ero messo in testa di allenarmi, ma a venti minuti dall’uscita di casa si è messo a piovere con forte ventilazione ed ogni fantasia mi è scivolata dalla voglia soffiata via del vento.
Mancano ancora tre puntate del diario. La prossima sarà occupata dalle considerazioni pregara, l’ultima dal rendiconto della gara e questa? Per fortuna la mancanza di allenamenti non mi ha fermato, poiché concretezza si è fatta e mi sono ufficialmente iscritto alla Stramilano 2017. Dopo essermi iscritto mi hanno consegnato una sacca colorata contenente alcuni oggetti, proprio quelli che andrò ad analizzare con voi.

– Il numero di gara

Dispiace averne uno così alto, non che creda di meritarne uno più basso, ma quello assegnatomi è un numero senza carattere. Se non posso ottenere l’1 a cui sono legato per aver giocato in porta per diversi anni, o il 3 che riferendosi alla trinità sa incutere rispetto, o il 16 che essendo il numero che nessuno voleva quando giocavo a calcio mi ha sempre attirato, o il 99 che è l’anno in cui vorrei essere nato, o il 666 che mi avrebbe concesso il timore di qualche partecipante, allora avrei preferito un numero cazzuto tipo 1.234.567.890.

– La maglietta della Stramilano 2017


Che non indosserò mai per svariati motivi: è troppo pasticciata; non mi piace vantarmi delle mie imprese; mi susciterebbe ogni volta il ricordo della sofferenza dovuta alla corsa. Inoltre quando mi sono iscritto mi hanno chiesto la taglia è ho onestamente dichiarato XL, la tipa mi ha guardato ed o visto chiaramente passare nei suoi occhi la seguente considerazione: è alto come un terroncello che sembra, ha una panza da XL e vuole correre la Stramilano, gli dico la verità o lascio perdere? Per fortuna ha lasciato perdere, ma ridicolo mi ci sono sentito lo stesso.

– Un pacchetto di Vigorsol


Dovrei assicurarmi che l’abbiano inserito in tutte le sacche, altrimenti il messaggio sull’alito sarebbe da considerarsi arrivato.

– Una bustina di snack


Cioè snack, sa il cazzo cos’è e non sono sicuro di volerlo scoprire.

– Un pacchetto di patatine


Informazione contrastante: devo correre e mi fate trovare delle patatine ma in un sacchetto piccolissimo. Ma che diavolo, se devo sgarrare lo voglio fare come si deve non fare finta. Ma che fate? Mi fate cadere in tentazione ma solo un poco? Non è nemmeno una vera tentazione così, è un abbozzo di accenno di tentazione. Allora lasciate perdere.

– Chicche di patate


Quando le ho tirate fuori ho avuto un paio di minuti di smarrimento, cercavo di capirle, di coglierne il significato, alla fine ho capito che un senso non ce l’ha.

– Latte alla vaniglia


Senza glutine e senza lattosio, insomma tutto fuorché latte. Come dire: un diario senza lamentele e vittimismo. Per vostra fortuna non ve l’ho propinato.

P.s. Non serve
La corsa non serve ad ottenere una sacca dai colori virili.

Non perderti le nostre rubriche

Iscriviti alla newsletter per ricevere in mail tutti gli aggiornamenti

RoadToStramilano #19-19 – Iscrizione con sorprese ultima modifica: 2017-03-07T10:00:12+00:00 da agafan

Su agafan

agafan sta per fan di Aga, cioè di Agnieszka Radwańska, tennista polacca. Radwańska è stata una perdente di lusso a causa della mancanza cronica di potenza nei suoi colpi. Ma ha compensato con altre caratteristiche, ha aggirato l’ostacolo con la classe e la sagacia tennistica, fornendo uno spettacolo unico. Mi piacerebbe affermare che le caratteristiche di Aga sono le mie nella vita, o che sono quelle a cui mi ispiro. Purtroppo né l’una né l’altra (nemmeno sul campo da tennis), mi limito semplicemente ad ammirarle. Non basta?

Può interessarti

Roadtostramilano #18-18 – L’araba fenice dall’ala zoppa

Oggi vi racconterò di una fragorosa caduta e di una magnifica rinascita, cioè non proprio …

RoadToStramilano #18 – La visita medico-sportiva

Ieri mattina ho sostenuto la visita medico sportiva e, nonostante i miei incubi da giovane-vecchio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Non perderti le nostre rubriche

Niente spam, solo una mail a settimana!