A casa prima di sera - Riley Sager

A casa prima di sera – Riley Sager

A casa prima di sera di Riley Sager fa entrare in un mondo di fatto di fantasmi e paura, di case cigolanti e ombre oscure. L’arte magica di ammaliare il lettore arriva anche dalla capacità onirica, visionaria, lisergica condensata in ogni pagina lentamente ma con grande maestria

A casa prima di sera di Riley Sager

Riley Sager è uno di quegli autori da cui ti aspetti sempre di essere sorpreso e spiazzato. Infatti puntualmente accade e questa piacevole sensazione è il fil rouge che lega la passione con cui ci si dedica alla lettura dei suoi libri. Dopo i grandi successi di Final girls. Le sopravvissute e The last time i lied, arriva in Italia Home before dark tradotto come A casa prima di sera.

Diciamolo subito: questo libro, presentato come spaventoso sin dalle fascette promozionali, non delude assolutamente l’aspettativa che crea. Un libro che lancia immediatamente il lettore in un mondo di fatto di fantasmi e paura, di case cigolanti e ombre oscure. Tutto quello che desiderate accade. Ma l’arte magica di ammaliare il lettore arriva anche dalla capacità onirica, visionaria, lisergica che Riley Sager sa condensare in ogni pagina lentamente ma con grande maestria.

La narrazione parte da quando un giornalista annoiato e sulla via dello scoramento morale e professionale decide, insieme a sua moglie e ad una bambina, di andare a vivere in una casa nuova. La casa su cui cade la scelta del terzetto famigliare è una casa d’epoca, poco fuori città, in mezzo ai boschi. Nelle prime pagine viene presentato il tour attraverso cui la famiglia Holt sceglie la casa sulla collina un po’ oscura di Baneberry Hall. Subito dalla prima visita la famiglia si rende conto che la loro scelta è caduta su una casa quantomeno strana, spigolosa, con delle “presenze”.

Tutti coloro che girano attorno a questa casa hanno qualcosa di strano. Proprio nelle prime pagine scopriamo che Baneberry Hall è la casa in cui si è consumato un tetro omicidio familiare: un padre avrebbe sgozzato la propria famiglia durante una tranquilla giornata di routine. Questa notizia ha reso la casa “maledetta” e ricca di voci, ma allo stesso tempo ricca di fascino e mistero.

A casa prima di sera

Prigioniera di un best seller

Fin qui troviamo una narrazione lineare, abbastanza cronologica, è nei capitoli successivi che la storia di Baneberry Hall diventa più affascinante.

Scopriamo infatti dalla voce della piccola Maggie che la sua famiglia lascia quella casa dopo poche settimane. Non prima di aver dato al capofamiglia abbastanza materiale per lavorare ad un best seller dal titolo La casa degli orrori, libro che narra le disavventure della famiglia Hold in quella casa dal passato oscuro.

A questo punto è un susseguirsi di colpi di scena e ossessioni dalle tinte oscure, ma anche del racconto di una ragazza vittima di un best seller da cui cerca di liberarsi.

Maggie è una restauratrice di case antiche ed era troppo piccola per ricordare gli eventi menzionati nel libro di suo padre. Ma quando Maggie eredita Baneberry Hall, tornando in quella casa per a ristrutturarla e prepararla per la vendita, scopre o riscopre molte cose che suo padre ha narrato.

Abbiamo a questo punto un doppio narrativo in cui da una parte c’è la voce del padre fuori dal tempo, dall’altra quella di Maggie in diretta a scoprire quanto di vero ci fosse nei racconti del padre.

A casa prima di sera è un libro che permette di godere della lettura delle sue pagine sia gli amanti dell’horror-thriller, sia gli amanti delle storie ben congegnate, anche grazie ad un gioco meta-letterario davvero riuscito.

È facile immaginare che il libro di Riley Sager diventi un film a breve, sembra perfetto per incantare coi sui scenari e con le sue ombre. Proprio per questa ragione dovreste affrettarvi a leggerlo prima che sia tradotto in immagini, per poter conformare il vostro immaginario con quello del regista, sicuri che le indicazioni di Riley Sager portano ad ogni modo dritto al cuore della paura.

Riley Sager – A casa prima di sera – Time Crime

Voto - 87%

87%

User Rating: Be the first one !

Su Andrea Labanca

Andrea Labanca cantautore, laureato in filosofia e performer, ha scritto tre album impregnati di letteratura. "I Pesci ci osservano" disco della settimana di Fahrenheit Rai RadioTre e "Carrozzeria Lacan" ospitato a Sanremo dal Premio Tenco. Ha collaborato con diversi scrittori (tra cui Aldo Nove e Livia Grossi) e ha lavorato come attore per Tino Seghal. Quest’anno è uscito il suo terzo album, “Per non tornare”, racconto noir-poetico in chiave elettro-vintage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.