Violenza sulle donne, aggredisce la ex e la riduce in fin di vita

È successo a Sassari quando un ragazzo dopo aver aggredito la ex per strada è stato denunciato. I carabinieri lo rilasciano e lui, appena tornato a casa, riduce in fin di vita la ragazza con una spranga. 

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, sono stati i genitori della donna a chiamare il 112, dopo che Niort si era rifiutato di farli entrare in casa. Il giovane è stato poi obbligato dai militari ad aprire: la fidanzata era distesa sul letto, dolorante e col volto tumefatto per le botte ricevute. Il 19enne è stato subito ammanettato e trasferito nel carcere di Bancali. Già nel primo pomeriggio di sabato, prima del pestaggio, Niort aveva litigato con la fidanzata: al 112 era arrivata una chiamata che segnalava una lite fra una coppia in via Nurra, a Sassari. Quando la pattuglia è arrivata sul posto, la donna era già andata via.  Poiché era trascorsa la flagranza di reato – spiegano i carabinieri – il giovane è stato solo denunciato: non c’erano le condizioni per l’arresto. Il coltello è stato poi trovato per terra vicino a un cassonetto dell’immondizia e sequestrato. Ma per quel sabato le violenze non erano finite: attorno all’ora di cena, la rabbia di Niort si è scaricata sulla compagna, probabilmente dopo l’ennesima lite.

 

Su Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.