Panama Papers, perquisita la sede UEFA a Nyon

Continuano le indagini scaturite dal file Panama Papers. Ieri è stata perquisita la sede Uefa di Nyon: prelevati dei documenti legati a Gianni Infantino il cui nome compare nell’elenco fuoriuscito qualche giorno fa

La polizia svizzera ha perquisito la sede dell’ Uefa a Nyon, in Svizzera. Sarebbero stati prelevati documenti riguardanti  un contratto firmato da Gianni Infantino, ora capo del corpo calcio mondiale FIFA, che è stato segnalato in Panama Papers, per la trasmissione della Champions League, stipulato con un’agenzia di marketing off-shore implicata nello scandalo di corruzione della Fifa. E l’Uefa, in una dichiarazione all’Ansa, “conferma la visita degli investigatori svizzeri”. La Confederazione europea fa inoltre sapere di essere “totalmente a disposizione per ulteriori chiarimenti”. La UEFA ha confermato ancher  che il presidente della Fifa, Gianni Infantino, che lavorava per la UEFA è stato uno dei due dei suoi funzionari che hanno firmato il contratto.

Su Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.