Milano, preside presa a pugni nell’atrio della scuola

“Te ne devi andare”, questa la frase urlata a Anna Lamberti, preside dell’istituto omnicomprensivo di Viale Romagna a Milano. A compiere l’aggressione  forse un genitore, forse un folle entrato a scuola senza motivo

“Nessuno era presente in quel momento, né maestri, né bidelli, né genitori, a quell’ora. E lei è scioccata, confusa, dice che non sa assolutamente chi possa essere stato”. Questo il passaparola giovedì pomeriggio all’uscita delle elementari Nolli Arquati. E per adesso non si sa molto di più sull’aggressione. Sono intervenuti i carabinieri. E la preside è stata accompagnata al pronto soccorso dell’istituto clinico Città Studi, un codice verde. “Quando è rientrata a scuola aveva il collarino — dice una mamma —. Sembrava molto spaventata”. La notizia dell’aggressione alla preside arriva presto nelle quattro scuole, tre elementari e una media, dell’istituto comprensivo statale Guido Galli, in zona Città Studi, dove Anna Lamberti è dirigente da quest’anno, la nomina è di settembre, l’arrivo però è soltanto di febbraio, perché prima era in maternità. Insegnante di lettere in più scuole superiori milanesi, all’Oriani Mazzini, all’istituto tecnico Feltrinelli, al liceo artistico Caravaggio, è stata promossa preside al concorso del 2012.

Su Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.