Home / News / Attualità News / Aspettando Game of Thrones 8 – Il recap della 7×07

Aspettando Game of Thrones 8 – Il recap della 7×07

Episodio di rivelazioni fondamentali, di fatti epocali e di trame sordide. Insomma, per concludere la stagione hanno deciso di metterci un po’ tutto, in modo da lasciarci con tanta carne al fuoco. Puntata in cui spicca decisamente Cersei, l’unico personaggio, insieme agli estranei, a metterci un po’ di pepe.

Il drago zombie

Partiamo dalla conseguenza principe di una delle cazzate di Jon Snow: il drago zombie. Credevamo che aver fatto perdere una delle sue creature a Daenerys fosse cosa cattiva e ingiusta. Il peggio però non sapevamo che doveva venire. Gli estranei riesumano la carcassa del drago e ne fanno un non morto e già questo ci turba. A fine episodio però vediamo che con un paio di alitate butta giù l’intera barriera. Ora non voglio mettermi a discutere sulla tenuta della barriera e sulla superficialità del progetto, quello che vorrei sottolineare è che Jon la dovrebbe smettere di gettarsi nella mischia a testa bassa. Nessuno mette in dubbio le sue buone intenzioni, ma non bastano, le devi sapere applicare. Diciamo che soffre di un filo di ottusità che, data la situazione, moltiplica all’infinito le sue conseguenze.

Cersei è l’unica che sgabbia dal sentimentalismo

Diciamoci la verità, l’ultima puntata ha virato con mano pesante verso il sentimentalismo. Arya e Sansa si sono ritrovate, quando Jamie dà la parola la mantiene, Jon e Daenerys si accoppiano. In tutto ciò spicca la buona e vecchia Cersei che non si lascia scalfire da nessuna debolezza. Anzi, rincara la dose. Fa finta di raggiungere l’accordo con Daenerys per poi puntare a mettergliela nel posto dove forse Jon glielo metterà letteralmente. Non è affatto stupida, quando vede l’estraneo comprende il pericolo imminente, ma si fa un paio di calcoli: quelli del nord e la sciroccata dei draghi tanto mi vogliono morta, i morti mi vogliono morta, sai che c’è? Che se la vedano tra loro e noi affronteremo chi rimane. Chiamatelo cinismo, mancanza di umanità, io dico che è attitudine al comando, sapersi fare due conti e tirare le somme. Ha pure evitato di soggiacere ai propri istinti che le avrebbero fatto uccidere Tyrion, direi che ha dato una prova di lucidità davvero notevole.
Non ha ceduto nemmeno di fronte a mammoletta Jamie, il quale si è incaponito che la parola data va rispettata. Ma quelli, caro Jamie, sono quelli del nord, gente rozza che ragiona in modo monodimensionale, noi gente del sud siamo più raffinati e non ci perdiamo dietro moralismi da quattro soldi. Suvvia, ha ragione Cersei, è così che si conducono le guerre, ci vuole un minimo di astuzia, Ulisse mica è diventato famoso per la correttezza.

Il risveglio di Sansa

Dagli e dagli alla fine Sansa la capisce. Ditocorto è un poco di buono e coltivare ambizioni di grandezza non è da tutte. Stupenda la scena del processo con esecuzione. Gli Stark rimasti si schierano contro Baelish che si vede accusato nell’ordine: da una ragazza viziata e con la mente fragile, da una ragazzina con l’embolo permanente, da un ragazzo perennemente in trip. Una giuria del genere l’ho trovata davvero deliziosa. Così come continuo ad ammirare Arya che ha eseguito la sentenza senza nessun fronzolo, un taglio alla gola preciso e immediato. Le morti tirate per le lunghe hanno rotto le palle, Arya conosce i ritmi della morte.
Le due si sono ormai riappacificate, per la serie diverse ma con lo stesso sangue. Vabbè pazienza. Il visionario fratello in comepnso concede rivelazioni succose al redivivo Sam. Perché a lui? Forse lo considera troppo goffo per essere pericoloso, forse voleva sfogarsi dopo una dose molto forte, forse si tratta solo di semplice pettegolezzo condiviso con il primo che bussa alla porta.

Gli altri

Tyrion non imparerà mai, dietro il fornicatore ubriaco si nascondeva un cuore tenero e non me n’ero accorto. Cade nella trappola di Cersei, proprio lui che dovrebbe conoscerla benissimo, che dovrebbe diffidarne più di tutti. Ormai lo salverebbe dalla deriva solo un accordo sottobanco con la sorella che non abbiamo potuto appurare.
Daenerys (che all’incontro con Cersei opta per un ingresso sobrio) e Jon consumano, com’era logico. Poiché non sono a conoscenza delle rivelazioni su Jon io dico che hanno fatto bene. Perché una volta messi a conoscenza dei dettagli magari non avrebbero concluso e insomma, lei è una donna conturbante, lui un bel ragazzo, non sarebbe stato giusto privarli del divertimento. Che ci possa essere un grado di parentela direi che poco importa, in questa serie il peggio al riguardo è passato.

Aspettando Game of Thrones 8 – Il recap della 7×07 ultima modifica: 2019-04-15T09:44:57+02:00 da agafan

Su agafan

Avatar
agafan sta per fan di Aga, cioè di Agnieszka Radwańska, tennista polacca. Radwańska è stata una perdente di lusso a causa della mancanza cronica di potenza nei suoi colpi. Ma ha compensato con altre caratteristiche, ha aggirato l’ostacolo con la classe e la sagacia tennistica, fornendo uno spettacolo unico. Mi piacerebbe affermare che le caratteristiche di Aga sono le mie nella vita, o che sono quelle a cui mi ispiro. Purtroppo né l’una né l’altra (nemmeno sul campo da tennis), mi limito semplicemente ad ammirarle. Non basta?

Può interessarti

Christelle Dabos - Gli scomparsi di Chiardiluna - Edizioni EO

Christelle Dabos – Gli scomparsi di Chiardiluna. L’Attraversaspecchi – 2 – Edizioni E/O

Christelle DabosGli scomparsi di Chiardiluna. L’Attraversaspecchi – 2Edizioni E/O 570 pagine, 16 euro In libreria …

australian-open-2019

Australian Open 2019 – Le pagelle di Karolina Pliskova vs Karolina Muchova 6-3 / 6-2

Karolina Pliskova vs Karolina Muchova 6-3 / 6-2Anno primo d.r. (dopo Radwańska). La sfida tra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.