Sabrina Campolongo - Il figlio - Paginauno

Sabrina Campolongo – Il figlio – Paginauno

Sabrina Campolongo
Il figlio
Paginauno

260 pagine, 18 euro

In libreria dal 20 febbraio

Arriva nelle librerie giovedì 20 febbraio l’ultimo romanzo di Sabrina Campolongo: Il figlio, edito da Paginauno. Come nei due romanzi precedenti, Ciò che non siamo e Emma B, Campolongo gioca con i temi del talento e dell’eredità, all’interno dei sempre complessi legami famigliari.

Tommaso, il protagonista de Il figlio, è un giovane che deve fare i conti con la carriera di successo del padre e con il padre stesso. Il loro rapporto è viziato da silenzi e reticenze, retaggio di un’idea ancora molto radicata di mascolinità. 

Spiega Sabrina Campolongo: «Al centro de Il figlio ci sono due grandi temi che erano già presenti nei miei romanzi precedenti: talento ed eredità. Il talento è uno dei misteri più affascinanti per me: c’è o non c’è, viene dal cielo, o da un qualche abisso. Cambia la traiettoria di una vita, non sempre è riconosciuto. Qui c’è un uomo, figlio di un grande attore, che rivendica il suo diritto a essere giudicato solo per il proprio talento, ma per primo non sa vedersi.

Ai figli d’arte riserviamo sempre diffidenza: certo, sono dei privilegiati. Oppure delle copie mal riuscite, poveretti. Uniamo a questa pressione l’illusione di conoscere l’uomo dietro il personaggio: il pubblico deve aderire per forza al privato. E allora c’è un figlio che non può dire, che fatica lui stesso a ricostruire l’uomo, suo padre. È un figlio arrabbiato, un ragazzino ammalato di risentimento nel corpo di un uomo adulto.

Ho giocato inserendo piccolissime citazioni dalla vita reale di grandi artisti, i cui figli più o meno faticosamente si sono misurati con la stessa carriera dei padri. Il requiem al funerale del padre del protagonista, per esempio, è lo stesso che ha accompagnato i funerali parigini di Marcello Mastroianni».

Fondamentali, nella storia di Tommaso, sono le figure femminili che lo circondano: ognuna di loro lo costringe a fronteggiare un lato diverso di sé e del suo passato.

Con la consueta abilità nella scrittura e nella costruzione di un oggetto narrativo perfettamente strutturato, Sabrina Campolongo torna a indagare la famiglia, gli affetti, le lacerazioni anche profonde che assillano l’animo umano.

Il figlio fa parte della collana Narrativa delle Edizioni Paginauno.

Acquista su IBS

Acquista su Amazon

Su Redazione

Avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.