internazionali bnl d'italia

Internazionali BNL d’Italia 2018 – Le pagelle di Maria Sharapova vs Daria Gavrilova 6-3 / 6-4

Maria Sharapova vs Daria Gavrilova 6-3 / 6-4
Match dominato da Sharapova ma allo stesso tempo onorato dalla piccola australiana, che ha chiuso la sua partita lanciando la racchetta e trafiggendo il giudice sedia con uno sguardo per una chiamata dubbia sul 40 pari nell’ultimo gioco. Troppo ampio il divario fra le due giocatrici. Masha ha avuto problemi, come spesso le accade, a chiudere i set concedendo qualche break di troppo. Insomma, era partita da chiudere in meno di un’ora, anche perché la Gavrilova solo ha potuto difendere, subendo costantemente il gioco dell’avversaria.

Maria Sharapova 7,5
A tratti, ad esempio a inizio partita, sembra proprio la tennista inarrestabile di qualche tempo fa: devastante al servizio, decisiva con il diritto, sicura con il rovescio. Purtroppo per lei, però, soffre ancora di irritantissimi passaggi a vuoto che fanno perdere la pazienza persino agli spettatori. Ancora troppi, quindi, gli errori gratuiti, per poter sperare di arrivare fino in fondo. Comunque, dal primo turno è già migliorata tanto mentre la grinta è quella di sempre. Che stia tornando la vera Masha?

Daria Gavrilova 6
Solita generosissima Gavrilova. Sempre attaccata al punto, non si lascia travolgere dall’avversaria neppure quando subisce solo colpi sulla linea e vincenti. Difende tutto, fa il tergicristallo, non molla mai e con la sua “garra” tiene viva una partita che sarebbe potuta andare via velocissima. L’unica pecca è quella di non aver pienamente approfittato dei passaggi a vuoto di Sharapova. Emblematico l’ultimo game, dove ha avuto le occasioni per poter raggiungere nel punteggio la russa, ma le ha sprecate con errori gratuiti (fra i quali due doppi falli, cinque in tutta la gara). Alla fine scaraventa lontano la pallina e rompe una racchetta: che carattere!

Su Dario Macrì

L'ego mi costringe a dire che sono un giornalista. Ma proprio il fatto che esterni tale conflitto è opera stessa dell'ego, che esulta. E questo è solo un accenno della contorta battaglia interiore che si combatte in me soprattutto fra petto e bocca dello stomaco. Dalla Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.