“Uno squillo per Joséphine”: la nuova opera di Emanuela Esposito Amato 

Nel romanzo “Uno squillo per Joséphine” di Emanuela Esposito Amato si narra una storia complessa, che va ad abbracciare diverse tematiche delicate; si parla infatti, tra gli altri argomenti, della pressione sociale sulle donne che non hanno figli, sia che lo scelgano o che non riescano a procreare per vari motivi, e del peso di dover indossare delle maschere per sopravvivere in una realtà difficile come quella odierna. Il titolo dell’opera nasconde un gioco di parole: lo squillo, infatti, si riferisce sia al trillo di un campanello che cambierà l’esistenza di molte persone, e sia alla professione di gigolò, di squillo al maschile appunto. È il personaggio di Roberto ad accomunare queste due accezioni, perché è proprio lui che, rispondendo a uno squillo del campanello di casa sua, riceve una proposta d’affari che conduce alla rivoluzione della sua vita e non solo; inoltre, egli di lavoro fa il gigolò, e purtroppo questa professione sta logorando la sua anima perché è costretto a recitare un ruolo che gli sta stretto. Un giorno le strade di Roberto e di Joséphine si incrociano fatalmente: quello squillo di campanello è direttamente collegato a lei che, incontrando quest’uomo enigmatico, si trova faccia a faccia con una triste verità, che spariglierà tutte le carte in tavola. La donna sta passando un momento molto complicato a causa della crisi del suo matrimonio con Massimiliano: i due hanno provato ad avere un figlio senza riuscirci e mentre lei si è quasi arresa alla realtà, il marito continua a pressarla, proponendo procedure mediche sempre più invasive. A peggiorare la situazione c’è anche la madre di Massimiliano, Amalia, da sempre ostile alla nuora non credendola all’altezza del figlio, che fa sentire Joséphine inadeguata, come se non avere figli comporti essere una donna a metà. L’autrice presenta ognuno dei personaggi riservando loro grande cura: da Roberto a Joséphine, passando per Massimiliano, Amalia e Domitilla, la migliore amica della protagonista, ognuno di loro è ben caratterizzato e sono chiari i motivi che li portano ad agire e, spesso, a sbagliare e a compromettere la loro e l’altrui felicità. Questi personaggi ci conducono in una vicenda appassionante, che parla dei tanti travestimenti che indossiamo per non dover mostrare i nostri veri sentimenti, e della difficoltà di elaborare i traumi del passato, che spesso condizionano pesantemente il nostro presente. Tra macchinazioni astute e rivelazioni scioccanti, una storia di coraggio e di riscatto, seguito del precedente romanzo dell’autrice “Il diario segreto di madame B”. 

Contatti

https://it-it.facebook.com/emanuelaespositoamatoscrittrice/

www.guidaeditori.it

Link di vendita online

https://www.guidaeditori.it/prodotto/uno-squillo-per-josephine/

Casa Editrice: Guida Editori

Genere: Narrativa contemporanea 

Pagine: 322

Prezzo: 14,00 €

Su Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.