Milano City Marathon 2021 #5.2 - Strategie efficaci per superare i lunghi

Milano City Marathon 2021 #5.2 – Strategie per superare i lunghi

Quando si corre per diversi chilometri consecutivi, soprattutto a un passo mentalmente gestibile, per evitare di annoiarsi è necessario riuscire a tenere impegnata la mente. Io in questi anni ho affinato svariate tecniche, tutte mediamente efficaci, ecco la mia preferita

Quando si corre per svariati chilometri e quando non si devono fare lavori particolarmente impegnativi è necessario occupare la mente per evitare di annoiarsi. Ognuno ha la sua tecnica, c’è chi ascolta musica, chi, come agafan, architetta vendette contro chi è più veloce di lui, chi pensa alla giornata -appena trascorsa se corre di sera, o ancora da affrontare se invece è mattina. Io, generalmente, ascolto musica (di solito italiana, perché mi aiuta a concentrarmi sulle parole), a volte, soprattutto se sono stanco, penso a episodi della mia vita in cui ho subito un torto e sono stato zitto (non immaginate neanche quanto faccia correre più veloci), altre volte invece, mi piace fare giochetti mentali. Niente di complicato intendiamoci, generalmente parto da una cazzata, un concetto banale, una persona, anche un film visto la sera prima, per poi costruire una catena di associazioni circolare che, in base alla fantasia del momento, sappia riportarmi al punto di partenza. Si tratta di un esercizio mentale del tutto inutile (non credo ci voglia dell’intelligenza, solo del sano autismo), ma estremamente efficace quando si corre perché permette di lasciare le gambe frullare come devono, impegnando però la testa quel tanto che basta per non arrivare mai a chiedersi ciò che chi corre si domanda ogni volta che infila le scarpette da running alle 7 del mattino: perché cazzo lo sto facendo?

Stamane, ad esempio, dopo che ieri sera mi sono visto su youtube un video sul deterioramento fisico di Mickey Rourke (ultimamente sono ossessionato dal decadimento, non chiedetemi perché), ho deciso di partire proprio dall’attore americano. Ecco cosa la mia mente ha prodotto nella nebbia del Forlanini a un passo di 5.40 al km. 

Mickey Rourke

9 settimane e 1/2 

Kim Basinger

Boxing Helena 

Flop (etimologia e origine)

Waterworld 

Kevin Kostner 

Sherwood

Malattie degli alberi

Fungo

Puffetta

Gang-bang

Cicciolina

Varenne

Ippodromo di San Siro

Luci a San Siro

Tristezza

Inter

Darko Pancev

Macedonia

Pera

Christiane F.

Ago

Tatuaggio

Maori

Regole del rugby

Tabula rasa (significato e origine)

Tavola da surf

Tette piccole

Mastoplastica additiva

Pamela Anderson

Bagnino

Riviera

Rimini Rimini

Paolo Villaggio

Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers

Fabrizio de André

Sigarette

Harley-Davidson e Marlboro Man

Mickey Rourke


Foto di mali maeder da Pexels

Su massimo miliani

Avatar
Ho il CV più schizofrenico di Jack Torrence, per questo motivo enunciare qui la mia bio potrebbe risultare complicato. Semplificando, per lo Stato e per l'Inpgi, attualmente risulto essere giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.