Un-incantevole-aprile---Elisabeth-Vohn-Arnim

Un incantevole aprile – Elisabeth Vohn Arnim

In periodo di solidarietà digitale (su cui vi diamo qualche indicazione interessante), abbiamo letto uno dei libri che fanno parte dell’iniziativa: Un incantevole aprile di Elisabeth Vohn Arnim. Oltre ad una scrittura elegante e leggera, l’autrice trova spunti di riflessione su temi importanti. Un libro sospeso nel tempo che può regalarvi momenti di puro rapimento, come solo una certa letteratura femminile inglese riesce a fare.

Solidarietà digitale

I libri e il periodo che stiamo vivendo hanno un forte legame. Più lenti, più malmostosi delle serie tivù, con il loro implicito bisogno di essere sospinti dall’attenzione del lettore, i libri si rivelano compagni affidabili per qualche ora di fuga dalla realtà. Fuga o magari lente d’ingrandimento di una realtà che, letta solo attraverso i giornali (Dio li abbia in gloria), ci appare troppo tragica. I libri diventano amici che non puoi sentire su whatsapp, ma che devi andare a trovare attraverso una strada tortuosa che dura pagine e pagine. Una strada che, una volta compiuta, permette però di avvicinarci al fuoco dell’intimità con “qualcuno o qualcosa”.

In questo scenario chi scrive, traduce, corregge e stampa libri, sa di essere chiamato a scelte coraggiose e a gesti di civiltà. Per questo il mondo dell’editoria, direi compatto, ha risposto alla tragedia che sta dilaniando la nostra penisola con iniziative interessanti e cariche di valore civile.

Molti editori hanno infatti deciso di rendere reperibili parte dei propri cataloghi digitali gratuitamente in download. Tre le grandi case editrici che hanno reso reperibili i propri libri gratuitamente troviamo Il Saggiatore, Adelphi, Mondadori, mentre tra le più piccole, Cliquot e L’orma.

Non tutti i titoli sono gratuiti, ma sbirciando sui siti di tutte queste case editrici potrete trovare titoli davvero interessanti e completamente gratuiti.  Molti altri editori invece offrono sconti speciali, 30 o 50% in meno, sul formato digitale o cartaceo in spedizione. Bookrepubblic, uno dei più grandi distributori completamente online, ha invece messo un numero cospicuo di titoli ad un prezzo inferiore all’euro, oltre ad un ebook gratuito.

Fate un giro in internet e troverete molte belle sorprese.

Un incantevole aprile di Elisabeth Vohn Arnim

Fra le tante proposte ho scelto per questa settimana di consigliarvi un libro scaricabile gratuitamente in formato E-Book direttamente dal sito di Fazi Editore: Un incantevole aprile di Elisabeth Von Arnim.

Le ragioni per consigliarvi questo libro sono tante. La prima motivazione è personale: amo le scrittici inglesi fra ‘800 e ‘900. La seconda è che mi sembra un libro che per scelta d’ambientazione, vicenda narrata e titolo propiziatorio sia un ottimo viatico per questo periodo complicato.

Sulla meravigliosa scrittrice di questa settimana si potrebbero spendere pagine e pagine di parole, ma non voglio togliervi la magica scoperta del mondo fantastico di “Elisabeth del giardino” (scoprirete il perché di questo soprannome). Alcune cose però vanno raccontate per potervi introdurre al libro.

Va detto che Elisabeth Von Arnim è un soprannome, da cui deriverà il successivo soprannome grazie al successo del suo primo libro Il giardino. I temi della casa come luogo di reclusione, ma anche di riflessione e scoperta della propria capacità di ribaltare la realtà, sono già presenti ne “Il giardino”. Ma è nei libri successivi che Elisabeth Von Arnim sviluppa quello che si potrebbe definire un proto-femminismo di base, una presa di coscienza della forza di cui il lato femminile può essere capace.

Quando nel 1921 sarà pubblicato Un incantevole aprile, la scrittrice, inglese d’adozione ma australiana di origini, è un’autrice di successo, una vedova e un donna divorziata da poco, dopo essere stata accusata di furto. Ma lei si descriverà sempre come una donna libera e coraggiosa, tanto da descrivere la sua situazione di vedova addirittura con famose parole: “Le vedove possono spostarsi e cambiare aria scegliendo luoghi e stili di vita sconosciuti alle mogli»”.

Proprio in quel periodo nasce Un incantevole aprile, libro autobiografico ispirato ad una vacanza ligure.

«Per gli amanti del glicine e del sole. Piccolo castello medievale italiano sulle coste del Mediterraneo affittasi ammobiliato per il mese di aprile. Servitù inclusa. C.P. 1000, “The Times”»

Il libro si apre con una chiacchierata casuale fra due donne di età differente al circolo del tennis di Londra che, notandosi intente a leggere lo stesso annuncio sul giornale, decidono di organizzarsi e partire verso l’Italia per vivere un mese lontano dai mariti, in un castello fuori dal tempo circondato da fiori e profumi. Il progetto per la signora Wilkins e la signora Arbuthnot prende vita quando a loro si uniscono altre due donne pronte a vivere quest’avventura di semi isolamento.

Il libro oltre ad una scrittura elegante e leggera, trova spesso spunti di riflessione su temi importanti quali la libertà femminile o la figura delle donne. Le chiacchierate, tutte straordinariamente dipinte, attraversano temi quali politica, amore e realizzazione di sé. Un libro sospeso nel tempo che può regalarvi momenti di puro rapimento, come solo una certa letteratura femminile inglese riesce a fare.

Elisabeth Vohn Arnim – Un incantevole aprileFazi Editore
Traduzione: Sabina Terziani

Voto82%

Be the first and rate this post Rate It

Rate It

82%

Author Review

0%

Not rated yet. Users Rate

Summary:

Su Andrea Labanca

Avatar
Andrea Labanca cantautore, laureato in filosofia e performer, ha scritto tre album impregnati di letteratura. "I Pesci ci osservano" disco della settimana di Fahrenheit Rai RadioTre e "Carrozzeria Lacan" ospitato a Sanremo dal Premio Tenco. Ha collaborato con diversi scrittori (tra cui Aldo Nove e Livia Grossi) e ha lavorato come attore per Tino Seghal. Quest’anno è uscito il suo terzo album, “Per non tornare”, racconto noir-poetico in chiave elettro-vintage.

Può interessarti

La misura del tempo - Gianrico Carofiglio

La misura del tempo – Gianrico Carofiglio

La misura del tempo di Gianrico Carofiglio ha un’ambizione alla meditazione teoretica prima che esistenziale …

Mamma è matta papà è ubriaco - Fredrik Sjöberg

Mamma è matta, papà è ubriaco – Fredrik Sjöberg

Mamma è matta, papà è ubriaco di Fredrik Sjöberg racconta una storia semplice, ma quello …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.