MotoGP 2017, GP Aragon – Storia breve ma intensa – Orari TV

MotoGP 2017, gli orari diretta Tv del GP di Aragon, su Sky e TV( – In calendario da solo 7 anni, il tracciato spagnolo negli ultimi cinque anni anni è stato terra di conquista di soli piloti iberici. Con Valentino Rossi fuori dai giochi (a meno di recupero miracoloso), l’unico che può invertire la tendenza è Andrea Dovizioso. Il forlivese in sella alla sua Desmosedici è attualmente uno dei piloti più in forma del campionato e vorrà senza dubbio difendere la testa della classifica

Per il prossimo appuntamento la MotoGP si sposterà sul tracciato spagnolo Motorland Aragon, una pista relativamente recente, fu realizzata nel 2009, e che è entrata nel calendario mondiale solo nel 2010, al posto del GP di Ungheria che si svolgeva all’Hungaroring. Situato ad Alcaniz, in Aragona, il tracciato è lungo 5.344 km ed è l’ennesima creatura dell’architetto Hermann Tilke, padre di quasi tutti i più moderni circuiti motoristici. Il complesso è stato progettato per comprendere tre aree principali: il parco tecnologico, l’area sportiva e un’area culturale e per il tempo libero. Il parco tecnologico ospiterà istituti di ricerca incentrati sull’industria automobilistica; l’area sportiva include il circuito di velocità (in più tracciati), un circuito di karting e diversi circuiti sterrati, mentre l’area tempo libero ospiterà un albergo e centri commerciali. Il tracciato è molto tecnico e impegnativo, presenta 18 curve complessive e presenta numerose criticità per i freni dato che la prima parte del disegno non consente un adeguato raffreddamento dell’impianto frenante. Nonostante la frenata più impegnativa sia la staccata 16, infatti, la parte più critica per tutto l’impianto resta quella mista, fatta di tante piccole decelerazioni che possono, alla lunga mettere in crisi tutto l’impianto.
Nei sette anni di GP sul tracciato di Aragon, solo i piloti di cinque nazioni sono saliti sul gradino più alto del podio: Spagna, Australia, Italia, Portogallo e Gran Bretagna. Ovviamente i piloti iberici la fanno da padrone con 15 successi su 21 gare, cinque in 125/moto3, cinque in Moto2 e cinque in MotoGP. Nella classe regina gli ultimi cinque anni sono stati dominati dagli spagnoli che hanno vinto con Pedrosa, Marquez e Lorenzo. Per Marquez i successi ad Aragon sono tre, avendo vinto anche nel 2011 in Moto2. Per quanto riguarda l’Australia, i due successi sono entrambi di Casey Stoner che qui vinse prima con Ducati nel 2010 e poi con Honda nel 2011. I piloti italiani possono contare su due successi ad Aragon, Iannone nel 2010 in Moto2 e Fenati, lo scorso anno in Moto3 mentre per il Portogallo troviamo Oliveira in Moto3 e per la Gran Bretagna Sam Lowes in Moto2. Quest’anno però, sarà un’altra storia e Dovizioso è chiamato a riscriverla. 

Clicca qui per conoscere gli orari della diretta TV su Sky e qui, invece, il calendario della stagione 2017.

Su Redazione

Avatar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.