Home / Recensioni / Libri / Ian McEwan – Nel guscio

Ian McEwan – Nel guscio

Nel guscio di Ian McEwan propone la narrazione di un nascituro che ancor prima di venire al mondo ha i suoi bei problemi. La madre progetta, insieme all’amante che è poi suo cognato, l’omicidio del padre e il narratore, dal suo punto di vista limitato ma prossimo, assiste inerme, o quasi, allo svolgersi delle vicende. Una prova non priva di spunti di interesse e una scrittura non priva di abilità.

Trudy si trova nelle fasi finali della propria gravidanza e a narrare tutto è il quasi nato. Dal suo particolare punto di vista il nascituro assiste ai rapporti difficili tra la madre e il padre John Cairncross, poeta e animo nobile; ma segue da vicino anche l’omicidio progettato dalla madre e dall’amante Claude, fratello di John, proprio ai danni del padre. Così il racconto segue le considerazioni di un testimone tanto vicino ai fatti quanto limitato nella visuale.

Perché sì

1. Interessante l’idea di dar voce al nascituro, unico narratore e unico portatore di punto di vista. Così il racconto viene sviluppato con i limiti del narratore, cioè l’impossibilità di vedere le scene e il legame strettissimo con la madre, ma proprio dai limiti prende spunto per una creatività tutta sua.
2. Il bambino si lancia in considerazioni più ampie rispetto al contingente, dunque la narrazione riesce ad avere un respiro maggiore rispetto alle premesse.
3. C’è di mezzo un delitto, o meglio la progettazione di un delitto e quindi la tensione verso l’esito della situazione si mantiene comunque sulla soglia della curiosità.
4. Si tratta di un libro scritto bene, in cui l’autore dà sfoggio delle proprie abilità.
5. Un libro breve che non vi porterà via troppo tempo.

Acquista su Amazon.it

Perché no

1. Il nascituro che parla, davvero? Ma dai, non regge, non può reggere e non sa reggere. Esiste un limite, anche se non sempre ben definito, tra originalità e banalità, diciamo che sicuramente il libro non sfocia nella genialità, il passo successivo all’originalità.
2. Il nascituro sa cose ed esprime pensieri che nemmeno il più venerato tra i saggi. Non esiste un minimo di coerenza interna, alcune cose sostiene di non poterle conoscere mentre altre le racconta con precisione, ma perché le une sì e le altre no non si capisce bene, diremmo a caso e a piacere.
3. Il bambino spara anche qualche considerazione generale sul mondo in cui viviamo. Al di là dell’improbabilità, le poche pagine che vorrebbero gettare uno sguardo sul mondo sono talmente banali e superficiali da rimpiangerne il mancato taglio.
4. La vicenda è appassionante come una partita a Scala Quaranta tra mia nonna e le sue amiche. Nonostante ci sia in ballo il progetto di un delitto non ci si riesce ad appassionare poi molto.
5. Bravo l’autore per carità, ma non vedevamo qualcuno specchiarsi così tanto dai tempi della strega cattiva di Biancaneve.

Ian McEwan
Nel guscio
Einaudi

Acquista su Amazon.it

Valutazioni emotive
Felicità 5%
Tristezza 44%
Profondità 21%
Appagamento 22%
Indice metatemporale 33%

Acquista su Amazon.it

Le recensioni di EsteticaMente

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutte le nuove recensioni!
Voto - 21%

21%

User Rating: Be the first one !
Ian McEwan – Nel guscio ultima modifica: 2017-07-06T08:00:51+00:00 da agafan

Su agafan

agafan sta per fan di Aga, cioè di Agnieszka Radwańska, tennista polacca. Radwańska è una perdente di lusso a causa della mancanza cronica di potenza nei suoi colpi. Ma lei compensa con altre caratteristiche, aggira l’ostacolo con la classe e la sagacia tennistica, fornendo uno spettacolo unico. Mi piacerebbe affermare che le caratteristiche di Aga sono le mie nella vita, o che sono quelle a cui mi ispiro. Purtroppo né l’una né l’altra (nemmeno sul campo da tennis), mi limito semplicemente ad ammirarle. Non basta?

Può interessarti

Jonahan Safran Foer, Molto forte, incredibilmente vicino

Il tema del lutto, delle conseguenze della guerra, delle difficoltà dell’amore, tutto affrontato da Jonathan …

Bret Eston Ellis, Meno di Zero

Meno di zero, romanzo d’esordio di Bret Eston Ellis è uno spaccato arido e puntuale …

Booking.com

Le nostre ultime recensioni

Niente spam, solo una mail a settimana!